Troppa Italia per la Lituania: finisce 5-0 a Reggio Emilia

Può esultare due volte l'Italia, che allunga a +2 sulla Svizzera reduce dal pari contro l'Irlanda del Nord.

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia l'Italia batte la Lituania 5-0 e porta a casa tre punti importantissimi per la qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo. Decidono una doppietta di Kean, i gol di Raspadori e Di Lorenzo e un autogol di Utkus.

GLI UNDICI DI MANCINI
L'Italia parte col 4-3-3 con Gigio Donnarumma tra i pali. La coppia difensiva è composta da Acerbi e Bastoni con Biraghi e Di Lorenzo sui terzini. In mediana l'intoccabile Jorginho, coadiuvato da Pessina e Cristante. In avanti, invece, spazio a Moise Kean e Bernardeschi a supporto di Raspadori.

COME SI SCHIERA LA LITUANIA
Ivanauskas sceglie il 4-2-3-1 con Setkus in porta; Slavickas, Klimavicius, Utkus e Lasickas a comporre la difesa a quattro. Slivka e Dapkus nei due di centrocampo. In avanti Kazlauskas, Verbickas e Novikovas e supportare l'unica punta Dubickas.

LA CRONACA
Bastano i primi quarantacinque minuti alla Nazionale Campione d'Europa per scatenarsi. Segna il primo gol Moise Kean al minuto 11: perde palla la Lituania in area, ne approfitta il classe 2000 che batte Setkus sul primo palo. Il 2-0 arriva grazie a un autogol di Utkus che devia il tiro di Raspadori, poco da fare per il portiere lituano. L'attaccante del Sassuolo segna però il terzo gol al 24', spingendo in fondo al sacco il pallone rinviato corto da Lasickas. Dominio a tratti imbarazzante dell'Italia, che tiene il baricentro alto non lasciando spazio alle ripartenze della Lituania. Segna ancora Moise Kean, che al volo sigla il 4-0 sfruttando l'assist al bacio di Bernardeschi. Nel secondo tempo arriva anche il quinto gol, messo a segno da Di Lorenzo. Erroraccio di posizionamento di Setkus che si lascia beffare dalla traiettoria del cross del terzino del Napoli. Dominio senza storia degli azzurri, che continuano a produrre potenziali occasioni da gol, frutto della supremazia anche sul piano del possesso palla. Nei minuti finali c'è anche l'occasione del 6-0 con Castrovilli che servito da Cristante colpisce il palo.

Prestazione maiuscola della Nazionale di Roberto Mancini che vince e convince. "Serve più cattiveria" ha dichiarato il CT dopo il pareggio con la Svizzera. Cattiveria che oggi certamente non è venuta a mancare, come dimostra anche la prestazione degli azzurri. Salgono dunque a 37 i risultati utili consecutivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top