Tokyo 2020, il debutto italiano

383 atleti italiani per la XXII olimpiade. Il sogno è quello di superare le 36 medaglie dei giochi di Roma del 1960, ma già eguagliare quelle conquistate 5 anni fa sarebbe una grande vittoria. Ecco un focus sull’avventura italiana a Tokyo.

Dopo il trionfo europeo dell’Italia di Mancini, abbiamo altri motivi per tifare Italia. O meglio, 383. Si tratta del numero di atleti italiani a Tokyo 2020, pronti a lottare per una medaglia in 30 discipline. Le gare della XXXII olimpiade si disputeranno dal 21 all’8 agosto, ma la cerimonia di apertura, in cui la nostra pallavolista Paola Egonu sarà portabandiera, si terrà venerdì 23 alle ore 13 italiane.

Dopo 5 anni da Rio 2016, ritornano le Olimpiadi. Slittate di un anno a causa della pandemia da covid-19, saranno disputate a porte chiuse. La presenza di 383 atleti italiani sono un record, battuto quello di Atene 2004, dove i partecipanti ne erano 367. Il CONI spera di  battere il record di 36 medaglie, conquistate nei giochi olimpici di Roma del 1960. Anche se superare le 28 medaglie conquistate a Rio 2016 e Londra 2012 sarebbe già un bel risultato.

Il Giappone è 7 ore avanti rispetto all’Italia, quindi la maggior parte delle gare si svolgeranno a notte fonda, dall’1:30 alle 4 di pomeriggio italiane. Tutte le gare si svolgeranno nella capitale, ad eccezione della marcia e della maratona (a Sapporo) e del surf (a Tsurigasaki beach). Un calendario fitto, che culminerà domenica 8 agosto con ben 34 finali. L’evento completo è disponibile su Discovery+, mentre la Rai ha selezionato le gare più interessanti.

Occhi puntati sugli sport di squadra, dove i nostri portacolori sono più forti. Per la pallanuoto, non potremo contare sul setterosa. La nazionale femminile, argento a Rio, si è dovuta arrendere all’Ungheria per 13-11 nel preolimpionico di Trieste. Qualificato invece il settebello, prima squadra azzurra ad ottenere il pass per le olimpiadi grazie alla vittoria sull’Ungheria, vicecampione del mondo, alla Nambu University Grounds di Gwangju nel 2019. Per la pallavolo godremo sia della rappresentativa maschile che quella femminile, trionfanti alle qualificazioni. La pallacanestro maschile ha da poco scritto la storia centrando la qualificazione dopo 17 anni con la vittoria sulla Serbia. Assente l’Italia del calcio. L’under 21 maschile è stata esclusa in seguito all’eliminazione dai gironi dell’Europeo. Le ragazze di Milena Bartolini, invece, sono usciti ai quarti contro l’Olanda nei Mondiali del 2019 in Francia.

Il grande assente sarà il tennista Matteo Berrettini, primo italiano in finale a Wimbledon, che ha dato forfait in seguito ad un infortunio. Inoltre, per la prima volta dopo 101 anni, non sarà presente nessun pugile italiano nella categoria maschile. Salvatore Cavallaro ha sfiorato la qualificazione, ma è rimasto fuori per soli 10 punti nel ranking mondiale.

I favoriti secondo i bookmakers sono sicuramente Federica Pellegrini e la squadra di volley femminile. L’Italbasket può salire sul podio. Tra gli atleti più attesi spicca il nome di Gianmarco “Gimbo” Tamberi (salto in alto) e il pesista Leonardo Fabbri. Nel nuoto maschile i favoriti sono Gregorio Peltrinieri e Gabriele Detti.

Si inizia oggi, dunque, con le gare dei gironi di softball e di calcio femminile. Ha debuttato nella notte la squadra di Softball femminile nel match inaugurale a Fukushima contro gli Stati Uniti. Campionesse europee in carica, le ragazze di coach Pizzolini sono state sconfitte per 2-0. Domani si ritorna subito in campo contro l’Australia, a caccia della prima vittoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top