Serie A: si confermano le big, disastro Juve

Le romane convincono, Napoli, Inter e Milan conquistano altri 3 punti d'oro. Salernitana e Venezia travolte,

Termina anche la seconda giornata di Serie A tra le conferme di (quasi) tutte le big, delusioni, aspettative alte non mantenute ma soprattutto non sono mancate le sorprese.

 

Friday-night: L’inter vince col brivido, Venezia travolto.

Venerdì 27 agosto si sono giocate le prime due gare della seconda giornata di Serie A: Udinese-Venezia alle ore 18.30 e Verona-Inter alle 20.45.

Nel match pomeridiano, i friuliani hanno battuto il Venezia di Zanetti con un netto 3-0. Per i bianconeri sono andati a segno Pussetto, nel primo tempo e Deulofeu e Molina nel secondo. Seconda gara a secco per i lagunari, che dopo il 2-0 al Maradona, nella scorsa giornata di campionato contro il Napoli, continuano a non trovare la via del gol.

L’Inter vince e non con poche sofferenze: la prima frazione di gioco si chiude con il Verona in vantaggio per 1-0 con gol di Ilic, ma la squadra di Simone Inzaghi ha saputo reagire al colpo trovando il gol del pareggio dopo 2 minuti dalla ripresa con Lautaro Martinez. Nerazzrri che vinceranno la partita grazie alla doppietta del neo acquisto Joaquin Correa che prima porta in vantaggio i suoi all’ 83’ ed al 94’ sigla il gol del 3-1 definitivo.

 

Gli anticipi del sabato: Atalanta da rivedere, bene Lazio e Fiorentina. Juve, che delusione!

Il giorno dopo, sabato 28 agosto, sono andati in scena altri 4 match validi per la seconda giornata di Serie A.

Alle 18.30 i primi due incontri: Atalanta-Bologna e Lazio-Spezia.

I bergamaschi si devono accontentare di uno 0-0 in casa contro il Bologna di Mihajlovic. Discorso diverso, invece, per la Lazio di Sarri che straripa sullo Spezia per 6 reti ad 1. Gol di Verde (Spezia) in apertura e poi solo Lazio: tripletta di Immobile nel primo tempo e gol di Felipe Anderson, Hysaj e Luis Alberto nel secondo per completare l’opera.

Alle 20.45 si sono sfidati, invece, Fiorentina-Torino e Juventus-Empoli.

I viola hanno battuto 2-1 il Toro con i gol di Nicolas Gonzalez nel primo tempo e Vlahovic nel secondo; nel finale arriva anche il 2-1 di Verdi che ha mantenuto vive le speranze dei granata fino alla fine.

Per terminare la serata, arriva la sorpresa: l’Empoli di Andreazzoli batte la Juventus, allo Juventus Stadium, per la prima volta nella storia. Il gol dei toscani arriva al 21’ con Mancuso e gli azzurri sono riusciti a mantenere il risultato per più di 70 minuti grazie ad una prova ultra-convincente con menzione particolare all’ex Napoli Luperto ed al portiere Vicario.

 

Le gare della domenica: Napoli, Milan e Roma calano il bis. Stop del Sassuolo.

Domenica 29 agosto si sono giocate le ultime 4 gare della seconda giornata del campionato italiano. Nei match del pomeriggio sono scese in campo Genoa-Napoli e Sassuolo-Sampdoria.

Gli azzurri hanno battuto, con una gara sofferta, il Genoa di Ballardini per 2-1 con il gol di Fabian Ruiz nel primo tempo e Petagna nel finale. Per i rossoblu, il gol del momentaneo pareggio è arrivato grazie alla prima marcatura in Serie A di Andrea Cambiaso.

Termina a reti inviolate, invece, il match tra Sassuolo e Sampdoria.

In chiusura di giornata, Milan e Roma travolgono rispettivamente il Cagliari e la Salernitana.

I rossoneri vincono 4-1 con gol di Tonali, Leao e doppietta di Giroud. Rete di Deiola, invece, per i sardi.

Discorso simile per la Roma di Mourinho che annienta la Salernitana ma senza subire gol: le 4 reti dei capitolini sono arrivate nel secondo tempo con doppietta di Pellegrini e gol di Veretout e soprattutto il primo di Tammy Abraham.

 

Resoconto finale: 5 big a punteggio pieno: Lazio, Roma, Inter, Milan e Napoli e mentre l’Atalanta si accontenta di 4 punti sui 6 a disposizione; la Juventus di Max Allegri conta solo 1 punto dato il pareggio ad Udine e la sconfitta recente contro l’Empoli. Ancora a secco di punti le due neopromosse Salernitana e Venezia che stanno faticando ad ambientarsi in A. Zero punti anche per Torino, Verona e Genoa che sembrano non convincere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top