Salernitana, battuto il Venezia al fotofinish. I tifosi: “Ora battiamo anche il Napoli…”

La Salernitana batte il Venezia all'ultimo respiro con il gol di Schiavone ed i tifosi sognano anche di battere il Napoli domenica prossima

Terminato 1-2 l’incontro tra Venezia e Salernitana al “Penzo”. Decisivo il gol di Schiavone al 95’ che regala i primi 3 punti a mister Colantuono. Per i lagunari è la seconda sconfitta consecutiva.

Zanetti schiera in campo Romero tra i pali (portiere ex United); Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni e Molinaro in difesa; Crnigoj, Busio e Kiyine a centrocampo. In attacco Okerekeed Aramu ai fianchi di Forte.

Mister Stefano Colantuono dopo l’esordio con sconfitta contro l’Empoli, dispone in campo Belecin porta; Ranieri, Strandberg, Gyomber e Zortea in linea difesnvia; Di Tacchio in cabina di regia con Obi e Kastanos ai fianchi. Attacco composto da Bonazzoli, Duric e Ribery.

Il primo tempo termina 1-0 in favore dei padroni di casa che sembrano in totale controllo del match anche se i granata trovano diversi marchi per andare a calciare ma quasi tutti i tiri terminano al di fuori dello specchio della porta. La rete dei lagunari arriva al minuto 14 con Molinaro che crossa basso al centro; Okereke fa velo ad Aramu che col sinistro buca Belec e fa 1-0.

All’inizio della seconda frazione di gioco entrano Ampadu ed Heymans. Al ’60, il difensore gallese dei veneziani viene ammonito per condotta fallosa recidiva. Un minuto più tardi Riberyserve alla perfezione Bonazzoli che col sinistro manda fuori giri Sergio Romero e fa 1-1. Il match cambia totalmente 5 minuti dopo con l’espulsione di Ampadu (Venezia) che lascia la sua squadra in 10. Nel finale, arriva il gol del vantaggio della squadra campana al ’95 con Schiavone che butta la palla in rete su assist di Simy e segna il suo primo gol in Serie A.

La Salernitana non è più ultima ed i tifosi sognano il colpaccio: Battere il Napoli nel derby il prossimo 31 ottobre per confermare l’identità forte che sta trovando la nuova Salernitana di mister Colantuono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top