Olimpiadi, argento nella sciabola maschile. Irma Testa a podio!

La quinta giornata delle Olimpiadi ha regalato medaglie all’Italia. L’oro sembra una chimera.

La pellicola della giornata odierna di Tokyo per l’Italia assomiglia a una rappresentazione cinematografica felliniana. La grande bellezza tricolore, orgoglio di un popolo, non riesce a centrare l’oro. Giungeranno tempi migliori: la pazienza è la virtù dei giusti. Gli azzurri della sciabola maschile vincono l’argento olimpico, arrendendosi alla rappresentativa della Corea del Sud. Gli asiatici hanno battuto il team italiano con il punteggio di 45-26. Gli assalti sono stati una dimostrazione di forza dei coreani, che hanno letteralmente dominato il gold medal match fin dalle prime stoccate, costringendo l’Italia a una resa incondizionata. Luca Curatoli, Enrico Berré e Luigi Samele sono stati coadiuvati dall’immenso Aldo Montano, oro olimpico ad Atene 2004, che ha incarnato una riserva d’esperienza della squadra maschile. Irma Testa, superstar campana, regala la prima storica medaglia all'Italia nel pugilato femminile. L'azzurra nei quarti di finale della categoria 54-57 kg ha battuto 5-0, ai punti, la canadese Caroline Veyre. La semifinale contro la filippina Nesthy Petecio rappresenta un traguardo considerevole. In caso di sconfitta, la “Butterfly italiana” conquisterà il bronzo, altrimenti la finale è in programma per martedì 3 agosto. I guantoni sono caldi. Nulla da fare per Federica Pellegrini. La “Divina” ha chiuso al settimo posto la sua ultima finale olimpica dei 200 stile libero. L'azzurra è l'unica nuotatrice ad aver conquistato la qualificazione a cinque finali olimpiche nella stessa distanza. Onore al merito. La Pellegrini, smaltita la rabbia, ha gareggiato nella staffetta 4x200 con Alice Mizzau, Erica Musso e Chiara Masini Luccetti. Un cambio irregolare tra Stefania Pirozzi e Anna Chiara Mascolo ha, però, pregiudicato la prestazione della squadra e della campionessa veronese, che aveva recuperato lo svantaggio portando il quartetto, composto anche dalla baby sedicenne Giulia Vetrano, al decimo posto. Italia squalificata e finale drammatico.

Il nuoto italiano sorride con Federico Burdisso. L’atleta olimpico ha conquistato il bronzo nella finale dei 200 stile delfino. L’eroe pavese inorgoglisce il paese: per la prima volta, l’Italia vince una medaglia in una specialità avara di soddisfazioni per il nuoto azzurro. Dopo Euro 2020, le Olimpiadi di Tokyo diventano il nuovo teatro di scontro fra Italia e Inghilterra in occasione della gara del "4 senza" di canottaggio che si è tenuta nel bacino del Sea Forest Waterway. Gli azzurri accusano i colleghi britannici: «Ci hanno rubato la possibilità di prendere l’argento». Durante la gara la canoa italiana, già in difficoltà per la sostituzione di un atleta risultato positivo al Covid, era in rimonta su quella inglese, quando la barca britannica ha iniziato una strana manovra, sbandando prima verso il centro della regata, occupato dagli australiani, per poi virare verso sinistra, nello spazio degli azzurri e rischiando di provocare una disastrosa collisione.  L’incidente è stato evitato, ma la condotta di gara ha penalizzato notevolmente gli atleti azzurri lanciati all'inseguimento della Romania, che si è poi aggiudicata il secondo posto. La spedizione italiana ha ottenuto il bronzo olimpico, ma avrà da recriminare contro i giudici di gara. Il judo italiano individuale registra una giornata senza lieto fine. Le lacrime sul viso di Alice Bellandi valgono più di mille parole. La judoka bresciana vede sfumare la possibilità di lottare per medaglia di bronzo delle Olimpiadi di Tokyo nella categoria dei 70 chili. L'azzurra, conosciuta anche come simbolo del movimento Lgbt, è stata sconfitta dalla croata Matic. Il riscatto passerà per la gara a squadre.

La spedizione italiana del tennis sperimenta un cocente fallimento. Fabio Fognini, protagonista del tabellone maschile, è stato eliminato in tre set dal russo Medvelev. Stessa sorte è toccata alla Giorgi. La tennista romana ha concluso l’avventura a Tokyo sconfitta dall’ucraina Svitolina, con un doppio 6-4. Nella seconda giornata del torneo di basket maschile, l’Italia è battuta dall’Australia. Dopo l'incoraggiante successo dell'esordio contro la Germania, l'Italia di Meo Sacchetti si ritrova davanti un avversario ostico. L'Australia, guidata dal portabandiere olimpico Patty Mills, conta sette giocatori NBA e l'esperienza di un gruppo che negli anni ha dimostrato solidità e sincronismo di squadra. Il tabellino recita: 83-86 in favore degli oceanici. Gli azzurri escono dal campo a testa alta. L’Italvolley maschile, dopo la battuta d’arresto contro la Polonia, doma in quattro set il Giappone e ritorna ad assaporare il gusto della vittoria. Gli uomini di Blengini rispettano i favori del pronostico, giocando un match di livello contro un modesto avversario. Il beach volley non sorride all’Italia. Nel torneo femminile, Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth non riescono a imporsi contro un'Australia inarrestabile. La sfida alle cubane Lily/Elsa deciderà la possibilità di accedere alla fase a eliminazione diretta. Dopo cinque giorni di gare, il bottino della spedizione italiana è ragguardevole in termini di numeri assoluti ma resta il rammarico per l’unica medaglia d’oro di Vito Dell’Aquila nel taekwondo. Era da Barcellona 1992 che, nello stesso giorno di gare, l’Italia non aveva conquistato così poche vittorie. E’ solo l’inizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top