Napoli 3-0 Bologna: Insigne e Fabian stendono Mihajlovic!

Continua la striscia dei risultati utili consecutivi della squadra di Spalletti.

Allo stadio Maradona il Napoli domina il Bologna e vince con un secco 3-0. Apre le danze Fabian Ruiz, poi segna due reti Insigne, entrambi su rigore.

COME PARTE IL NAPOLI
Spalletti sceglie il 4-3-3 con Ospina in porta; Koulibaly e Rrahmani in difesa, Di Lorenzo e Mario Rui terzini. A centrocampo Fabian, Anguissa ed Elmas. In avanti spazio al tridente Insigne-Osimhen-Lozano.

CHI SCHIERA MIHAJLOVIC
Il tecnico serbo opta per il 3-4-2-1. Skorupski in porta; in difesa Theate, Medel e Mbaye. In mediana spazio a Dominguez e Svanberg, mentre partono più larghi Hickey e De Silvestri. In avanti scelti Vignato e Orsolini a supporto dell'unica punta Barrow, scelto dal 1' al posto di Arnautovic.

LA CRONACA
Inizia bene il Napoli giocando subito in avanti. La prima occasione arriva dopo un quarto d'ora con Insigne che cerca di scavalcare Skorupski col pallonetto, salva però sulla linea Medel di testa. Al 18' arriva il gol del vantaggio con Fabian Ruiz che con un gran sinistro a giro, tipico del suo repertorio, batte Skorupski sul palo più lontano. Al 40' in seguito al richiamo del VAR, il direttore di gara Serra assegna un penalty agli azzurri per un tocco di mano di Medel, scatenando le grandi proteste dei giocatori ospiti. Raddoppiano dunque i partenopei con il capitano Lorenzo Insigne, che si riscatta dopo il rigore sbagliato nell'ultima partita casalinga contro il Torino. Continua la buona gara degli azzurri anche nella seconda frazione di gioco. Al 61' ci sarà un secondo penalty a favore del Napoli per un fallo di Mbaye su Osimhen. Rigore che sarà trasformato in gol nuovamente da Insigne, applaudito da tutto lo stadio. Ci sarà spazio anche Faouzi Ghoulam nel finale, rientrato in campo dopo un lungo stop che lo ha tenuto lontano dal campo.

Ottima prova degli uomini di Spalletti (oggi in tribuna dato il turno di squalifica da scontare) che riagganciano il Milan e si portano al primo posto in classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top