COM.IT

COM.IT

inserto del Corriere della Campania

Motori, Oliveira e Perez eroi del giorno!

Ktm e Red Bull scalano l’Olimpo delle corse.

Fonte Immagine: motorbox.com

La giornata nazionale dello sport offre un palinsesto ghiotto per gli appassionati di motori. Tensione palpabile, emozioni assicurate e competizioni al cardiopalmo.

Moto Gp

La classe regina delle due ruote, dopo l’intenso e drammatico fine settimana del Mugello, si sposta in Spagna. Il circuito di Barcellona, adoperato per i test invernali, diventa ring di prim’ordine, sul quale i piloti assaltano la corsa al campionato mondiale. Il tracciato catalano è suolo ottimale per evidenziare i progressi aerodinamici delle case costruttrici, ma severo per le temperature degli pneumatici. La prima sorpresa di giornata è il giovane Miguel Oliveira. Il portoghese della Ktm ottiene un successo insperato, mostrando cuore e muscoli a Fabio Quartararo, favorito di giornata. In partenza è la Ducati ufficiale di Jack Miller a fulminare il gruppo, salvo ripiegare verso lidi lontani dalla vetta. Oliveira approfitta delle titubanze degli avversari ed inizia a segnare giri veloci. Il francese della Yamaha accusa il colpo ma, con pazienza, inizia la rincorsa. I leader del gruppo si affrontano senza esclusione di colpi. Gli scambi al vertice e sorpassi geniali rigano i cordoli della plumbea contesa di Barcellona, fino a quando accade l’imponderabile. A due giri dal termine, Quartararo subisce la rottura della tuta ed è costretto a rallentare, subendo i sorpassi di Zarco e Miller. Il campionato è più vivo che mai.

Formula 1

Il sesto appuntamento del mondiale di F1 si disputa sulla pista azera di Baku. Circuito cittadino, incrocio intenso tra Monza e Montecarlo e lunghi rettilinei per esaltare la velocità delle vetture. Malgrado la pole, il ferrarista Charles Leclerc fatica a tenere il ritmo di Hamilton e Verstappen. La gara è attraversata da continui colpi di scena. Al giro 12 Mercedes compie un errore durante la sosta di Hamilton e l’olandese della Red Bull scatta in testa. Il team austriaco, approfittando del vantaggio accumulato richiama il gregario Perez ai box per montare gomma bianca e conquista le prime due posizioni. Il ritmo gara è sostenuto e tutto sembra confermare un’agile vittoria del leader del mondiale Verstappen. A quattro tornate dal termine del gp, l’olandese fora un pneumatico posteriore ed è costretto al ritiro. Il gran premio riparte dalla griglia di partenza. Hamilton, nel tentativo di superare Perez, esce di pista e chiude quindicesimo. Il messicano della Red Bull, incredulo, coglie la seconda vittoria in carriera. Il podio è completato dall’Aston Martin di Vettel, migliore in gara e Pierre Gasly su Alpha Tauri. Montreal sarà terra riscatto per Hamilton e Verstappen, eterni rivali, ancora una volta.


Commenta