Motori, Marquez e Verstappen da oscar!

Honda e Red Bull protagoniste incontrastate della giornata.

La classe regina delle due ruote affronta il difficile circuito del Sanchsering, in Germania. I favori del pronostico, che attribuivano la vittoria a Fabio Quartararo, sono stati disattesi. Marc Marquez ritorna al successo dopo due anni, grazie ad una prova memorabile. Lo spagnolo della Honda, dopo una grande partenza, percorre tutta la gara in testa e taglia per primo il traguardo, trovando l’undicesimo successo al Sachsenring. Nonostante le resistenze dell’Aprilia di Espargaro, il pluricampione del mondo ha disegnato traiettorie incredibili e guadagnato ampio distacco dai principali inseguitori. Il monologo di Marquez impressiona appassionati ed addetti ai lavori. Lo spettacolo potrebbe essere rovinato da Miguel Oliveira, su Ktm, che prova a vestire i panni dell’antieroe senza successo. Malgrado Maquez compia alcuni errori, amministra al meglio il vantaggio accumulato e non rischia di cedere il primato. All'arrivo è festa grande. Una boccata d'ossigeno in vista del futuro dell'otto volte campione del Mondo. Fabio Quartararo, vittima di una Yamaha poco performante, taglia il traguardo in terza posizione. Le incertezze della vigilia sono un lontano ricordo. Il francese, in un solo colpo, trova podio e allungo in classifica piloti. Johann Zarco, infatti, non va oltre l'ottavo posto e scivola a -22 dal francese della Yamaha, sempre più leader con 131 punti e ora in vantaggio quasi di una gara nei confronti del connazionale della Ducati. Lo show ripartirà ad Assen, in Olanda, università del motociclismo.

La Formula Uno emoziona gli spettatori. Il circuito di Paul Richard, in Francia, è teatro di una gara rocambolesca. Il settimo appuntamento del mondiale di F1 viene conquistato da Max Verstappen, su Red Bull. Il pilota olandese conferma la pole position e si aggiudica il punto aggiuntivo grazie al giro più veloce registrato in pista. La partenza registra il primo colpo di scena. Hamilton, scattato dalla seconda piazza, approfitta di una banale indecisione dell’avversario e si porta in testa. Al ventesimo giro, il box Mercedes compie l’ennesimo errore strategico. Hamilton rientra e monta la mescola dura, mentre Verstappen compie una serie di giri record che gli consentono di mantenere la prima posizione dopo il pit stop. Red Bull compie un prodigio. Verstappen cambia mescola ed in cinque tornate supera Bottas. Al penultimo giro, Hamilton alza bandiera bianca e lascia passare l’avvesario, che taglia il traguardo indisturbato. Gloria anche per la seconda guida, Sergio Perez, che strappa il terzo posto all’anonimo pilota finlandese delle frecce d’argento. Il capolavoro transalpino proietta l’olandese a 131 punti in classifica generale, contro i 119 di Hamilton. Mercedes è ferita, ma indomita. Verstappen vince una dura battaglia, mentre Lewis punta alla guerra. L’Austria ospiterà la resa dei conti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top