Il diamante di Elmas per 3 punti pesantissimi

Il Napoli espugna San Siro con la rete del macedone. Il Milan ci prova, ma nel secondo tempo meno lucido e gli azzurri non riescono ad affondare il colpo. Spalletti ritorna al secondo posto, a -4 dalla vetta

Il posticipo della 18esima giornata di Serie A sorride al Napoli. In un solo colpo gli azzurri battono il Milan in trasferta e si riprendono il secondo posto. Il gol di Elmas su calcio d’angolo e una gara giocata con grande intensità danno 3 punti fondamentali agli azzurri. Grande festa a fine partita per i tanti partenopei arrivati nella fredda Milano per sostenere i ragazzi di Spalletti.

Prepartita

Sfida ad alta quota per Napoli e Milan. Reduci da un turno di A per niente soddisfacente, le due squadre si sfidano in un freddo San Siro riscaldato dalla passione dei tifosi. Un mese fa, questa partita avrebbe avuto il sapore degli anni ’80, del dualismo nord-sud con Maradona e Van Basten, ma gli infortuni hanno ostacolato il cammino delle due compagini. Nella lotta scudetto si sono aggiunte anche Atalanta e Inter che hanno tolto punti ad entrambe. Sono dunque tante, anzi, troppe le motivazioni per non provare a conquistare punti in questa partita.

Il primo tempo: Elmas sblocca subito una partita bellissima

Il Napoli prova subito ad infiammare la gara. Gli azzurri trovano il vantaggio su calcio d’angolo: Zielinski mette in mezzo, Elmas anticipa di testa sul primo palo e la mette in dentro. È 1-0 per gli ospiti dopo soli 5 minuti. Sulle ali dell’entusiasmo, il Napoli spinge molto: su una palla vagante arriva Anguissa che tira a botta sicura, ma trova la deviazione. Niente angolo per l’arbitro. Al 17’ Tonali mette in mezzo un pallone da calcio d’angolo, Ibrahimovic anticipa Ospina che prova a smanacciare. Il pallone finisce alto. Subito dopo, lo svedese ci riprova: il pallone non va in porta per questione di centimetri. Al 34’ Florenzi tira a volo da lontanissimo e per poco non pareggia. Il gesto tecnico è bello, anche se il tiro finisce di poco a lato. Il primo tempo si conclude col vantaggio per il Napoli.

Il secondo tempo: il Napoli tiene bene, Kessié illude Pioli al 90’. I 3 punti li prende Spalletti

Il ritorno dall’intervallo vede cambiare davvero poco. Il primo brivido lo dà Ibrahimovic che in area riceve ed effettua un tiro velenosissimo. La mano di Ospina è miracolosa, il Milan ottiene solo l’angolo. Poco dopo, Petagna divora il gol del raddoppio: solo davanti a Maignan, permette a Tomori di recuperare e mettere in angolo. Al 68’ Messias semina il panico sulla trequarti azzurra e prova a tirare dalla distanza. Il pallone si abbassa troppo tardi e finisce oltre la traversa. Al 77’ bella azione corale del Napoli che si conclude con Malcuit che serve Petagna. Il numero 37 calcia alle stelle. All’80’ Giroud serve Ibrahimovic nello stretto. L’ex Galaxy sta per tirare, Rrahmani interviene in scivolata e salva il Napoli. Al 90’ arriva l’1-1 con Kessié che approfitta di una palla vagante, piazzando il pallone alla sinistra di Ospina. L’arbitro, richiamato dal var, va a rivedere l’episodio: è fuorigioco di Giroud che ostruisce Juan Jesus da terra. Il Napoli si salva. Al 94’ il Milan assedia l’area azzurra. La partita finisce al 96’: il Napoli espugna San Siro.

Il commento

Il Napoli torna a vincere in campionato e si riporta al secondo posto in classifica. I 3 punti a San Siro pesano come un macigno. Il primo tempo è equilibrato, entrambe le squadre sono pericolose. Nel secondo tempo il Napoli dimostra di meritare di più, ma non affonda. Fa davvero poco il Milan, Ibrahimovic divora più volte il pareggio. Il segreto della vittoria del Napoli è a centrocampo: sontuosa la gara di Anguissa e con l’ingresso di Lobotka gli azzurri si trasformano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top