COM.IT

COM.IT

inserto del Corriere della Campania

Formula 1, Max Verstappen re del Principato

Il pilota Red Bull domina il GP di Montecarlo

Fonte Immagine: Automotorinews.it

Max Verstappen vince l'ambita tappa di Monaco, sbaragliando la concorrenza e recitando un monologo degno del miglior Ayrton Senna. L'olandese, a bordo della sua Red Bull, ha trionfato per la prima volta nel famoso circuito cittadino e conquistato la sua undicesima vittoria in carriera. Nonostante un sabato agrodolce con una pole insperata, Charles Leclerc non ha preso parte alla gara di casa, a causa della rottura del semiasse anteriore della monoposto di Maranello. La Ferrari dimostra una crescita importante, migliorando i tempi sul giro e le prestazioni aerodinamiche della vettura. Gli uomini in rosso non nascondono la delusione, data la buona prova del gregario Carlos Sainz, che ha colto il primo podio stagionale per la Ferrari.
La gara si è dimostrata corretta dall'inizio alla fine, data l'attenzione dei piloti a non terminare la corsa contro le barriere di protezione. Per la prima volta, dal 2018, la safety car non ha fatto il suo ingresso. Non è mancata l'adrenalina. Lewis Hamilton, campione del mondo in carica, ha vissuto un pessimo weekend. La Mercedes non aveva passo e sono state evidenti le problematiche legate al continuo surriscaldamento degli pneumatici. Il pilota britannico ha provato a confondere il gruppo. Bloccato alle spalle di Pierre Gasly, il box tedesco ha effettuato una strategia alternativa che non ha raccolto i frutti sperati. Al giro 32, Hamilton rientra in pit lane e viene risucchiato dall'Aston Martin di un redivivo Sebastian Vettel, poichè la mescola bianca ha impantanato Hamilton a posizioni non consone al suo prestigio. La balorda domenica di casa Mercedes si è, definitivamente, manifestata nelle due tornate successive. Il povero Valteri Bottas, nel tentativo di accorciare le distanze dal leader del Gp Max Verstappen, è stato vittima di un errore incredibile: la pistola delle gomme ha bloccato lo pneumatico anteriore destro, costringendo il pilota finlandese al ritiro. Anche i ricchi piangono!
Verstappen, privo di rivali, ha amministrato la gara con maturità e sfruttando una mescola di vanataggio è riuscito a mantenere un distacco di 3'' sul ferrarista Sainz, che ha mostrato delusione nonostante la seconda piazza. Con Leclerc in pista, la storia sarebbe stata diversa. Buona prova di Lando Norris su Mclaren che, malgrado problematiche legate all'usura degli pneumatici, ha conquistato il gradino più basso del podio e tenuto dietro uno scatenato Sergio Perez su Red Bull. La classifica generale recita: Verstappen 105 punti ed Hamilton a 101, complice un giro record fatto segnare con un nuovo treno di gomma rossa da parte del britannico. Il mondiale è sempre più aperto. Montecarlo è stata teatro di colpi di scena incredibili e, tra due settimane, Baku, impervio circuito cittadino rilancerà la sfida tra gli eterni rivali: Max Verstappen e Lewis Hamilton.

 


Commenta