Federica Pellegrini riscrive la storia! È bronzo nel judo e nella spada

La nuotatrice veneta raggiunge la sua quinta finale consecutiva ad una olimpiade emozionandosi ed emozionando tutti. Ceccon arriva quarto. Maria Centracchio batte la Franssen nella finalina. Bronzo anche per le azzurre della spada.

L’emozione in volto tradisce la nostra campionessa: sono le 3.47 circa (ora italiana) e Federica Pellegrini è ancora in acqua, ha appena toccato il cronometro e attende il sommario delle qualificate. No, non sta sognando: è in finale alle olimpiadi, per la quinta volta consecutiva. La divina non trattiene le lacrime. Arriva terza per il settimo tempo in 1’56’’44 dopo aver virato a 27’’54, 57’’11 e 1’27’’04. La più veloce è stata l’australiana Ariarne Titmus (1’54’’82) seguita dall’americana Katie Ledecky (1’55’34).

“We did it!”, ce l’abbiamo fatta, scrive sui social poco dopo. È la prima donna a raggiungere la finale nei 200 metri stile libero per cinque olimpiadi consecutive. Una finale che arriva dopo un argento, un oro, un quinto e un quarto posto. Il suo habitat naturale. Per lei, 33 anni il 5 agosto, è già una vittoria incredibile. Fede eguaglia così il record di Michael Phelps, riuscito a qualificarsi alla finale per 5 olimpiadi consecutive dal 2000 al 2016.

Si tratta di una grande vittoria anche per la stagione complicata. Ad ottobre, infatti, prima della partenza per la International Swimming League, Federica Pellegrini aveva contratto il Covid. Dopo un difficile recupero, ha ottenuto il pass per Tokyo 2020 a Riccione a fine marzo. Poi gli Europei, persi per pochi centesimi contro la ceca Seemanova.

Appuntamento a domani nella notte italiana per la finale, l’ultima della sua incredibile carriera.

I risultati dei nostri portacolori

Judo. Maria Centracchio viene eliminata in semifinale dalla campionessa in carica Tina Srstejak. Arriva comunque il bronzo contro l’olandese Juul Franssen! Una grande cavalcata quella della judoka di Castel di Sangro, passata in pochi anni dalla categoria -57 kg a -63 kg. È la decima medaglia italiana e un’impresa, dato che Centracchio partiva dal numero 27 del tabellone. Parlati, per il judo maschile, capitola agli ottavi contro il giapponese Takanori Nagase.

Spada femminile. Isola, Fiammingo e Navarria battono la Russia ai quarti 33-31. Il trio prova a tenere testa all’Estonia nella semifinale, ma devono arrendersi. Nella finalina contro la Cina, le azzurre dominano. Le avversarie inseguono, una di loro si fa anche male, ma resistono. Finisce 23-21 per l’Italia, è un’impresa anche questa! Con questo bronzo, siamo a 11 medaglie.

100 dorso. Thomas Ceccon viene beffato per 11 centesimi dal triolimpionico Rio Ryan Murphy, perdendo così il bronzo. Un peccato, anche perché l’azzurro migliora il record italiano portandolo da 52’’48 a 52’’30. Oro per il russo Rylov, seguito dal connazionale Kolesnikov.

200 farfalla. Federico Burdisso è in finale nei 200 farfalla. Il classe 2001, medagliato europeo e quarto ai mondiali, ha il quarto tempo dietro il primatista mondiale Milak.

Pallanuoto. Dopo la goleada al Sudafrica, il settebello pareggia in rimonta contro la Grecia. Finisce 6-6. L’Italia parte bene, poi la Grecia diventa devastante nel terzo parziale. La nazionale di Campagna recupera con la doppietta di Figlioli e la rete di Aiacardi. Echenique pareggia i conti.

Tennis. Fognini e Giorgi volano agli ottavi. L’azzurra batte la russa Vesnina, mentre il ligure supera il bielorusso Gerasimov. Sonego deve arrendersi al georgiano Basilashvili.

Ginnastica artistica. Alle 19.45 (12.45 in Italia) le fate disputeranno la finale. Usa e Russia si contendono l’oro, la Cina è candidata al bronzo.  Non sarà facile. Vanessa Ferrari, Martina Maggio, Alice D’Amato e Asia D’Amato si sono fatte valere su tutti gli attrezzi e hanno staccato il pass per la finale raggiungendo il settimo posto (a mezzo punto dal quinto!).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top