Coppa America, Argentina in finale!

L’albiceleste elimina la Colombia ai rigori. In finale sarà Brasile.

L’Argentina, nel segno di Diego Armando Maradona, approda in finale di Coppa America. L’albiceleste trionfa ai rigori sulla Colombia e raggiunge il Brasile. Il super classico sudamericano rinnova la sfida, dopo che nel 2007 i carioca ebbero la meglio sui rivali di sempre. I brasiliani cercheranno il bis, da campioni in carica e padroni di casa, mentre gli argentini proveranno a riportare in bacheca un trofeo che manca dal lontano 1993. Altri tempi, altro calcio. Il Maracanà di Rio de Janeiro si prepara ad accogliere una finale superlativa, che sarà disputata nella notte tra sabato e domenica. Messi sfiderà Neymar: parola alle stelle! 

La Seleccion, nonostante i favori del pronostico, ha affrontato una partita ostica. I “cafeteros” colombiani hanno dimostrato forza e coraggio, attraverso talento dei singoli e buone trame di gioco. Non è, dunque, un caso che la Colombia sia giunta fino alle semifinali della manifestazione. Pronti, via e Argentina in vantaggio. Lautaro Martinez apre le danze al settimo minuto di gioco, grazie ad un passaggio illuminante di Leo Messi e deposita la sfera alle spalle dell’incolpevole Ospina. Il “Toro” conferma il suo straordinario feeling con la nazionale. La Colombia, malgrado il trauma, non si scompone e prova a riacciuffare il match. La Nazionale di Scaloni, come spesso accaduto nel corso della competizione, distratta dai sogni di gloria, smette di giocare e lascia campo agli avversari. La conclusione della prima frazione di gioco è drammatica per gli uomini di Rueda: i colombiani colpiscono due pali in un minuto, prima con Barrios e poi con Mina. La ripresa riparte con un veemente slancio offensivo dei cafeteros. Luis Diaz sguscia via in area battendo in velocità Pezzella e, da posizione defilata, supera Martinez con un tocco delizioso. La rete del pareggio sveglia l’Argentina, che si divora il nuovo vantaggio con Lautaro Martinez e colpisce un legno con Messi. La porta sembra stregata.

La Colombia lotta e sogna, spinta dalla speranza di un’intera nazione. Il risultato non cambia e, dopo i tempi supplementari, le ostilità terminano con l’ultimo atto: i tiri dal dischetto. Emiliano Martinez, portiere argentino dell’Aston Villa, respinge in sequenza le esecuzioni di Davinson Sanchez, Mina e Cardona. L’estremo difensore dell’albiceleste, autentico eroe del match, conduce l’Argentina in finale. La "mano de Dios", secondo romantici, ha guidato la Seleccion durante i calci di rigore: trama da romanzo storico. La Colombia, mestamente, giocherà la finalina per conquistare il terzo posto contro il roccioso Perù del “tigre” Ricardo Gareca, sconfitto di misura dal Brasile. Il campo ha emesso il suo verdetto: Brasile Argentina sia! Il finale è tutto da scrivere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top