Calcio in tv: la rivoluzione è servita!

Tutta la Serie A in streaming e non solo. La battaglia dei diritti si gioca tra Champions e calcio estero.

Il mondo del calcio, all’esordio di un nuovo campionato di Serie A, si appresta a vivere un cambiamento epocale. Gli appassionati, spesso legati alla poesia degli anni Settanta e Ottanta, ricorderanno con emozione voci che annunciavano, via radio, un gol della propria squadra del cuore. La Lega Calcio, per la stagione 2021/22, ha annunciato novità importanti: torna finalmente il pubblico, nonostante la capienza sia ridotta a causa della pandemia da Covid 19 e il calendario non sarà più simmetrico. Modalità inedite che gli amanti del pallone dovranno digerire con il tempo. Il calcio italiano, nonostante l’affermazione estiva della Nazionale guidata da Roberto Mancini, vive una situazione finanziaria complessa. Il mercato dei calciatori, negli ultimi anni, è notevolmente lievitato e innalzato i costi di gestione. Nonostante l’austerity decisa dai club, il calcio è protagonista di una situazione debitoria difficile da colmare. Ecco, quindi, che nuovi operatori di mercato giungono al capezzale di un degente che rischia la vita. Dalla morte al coma farmacologico: resuscitare lo spettacolo offerto dal rettangolo verde non è solo utopia. Per chi segue il calcio, anche solo parzialmente in tv, questa sarà anche la stagione della rivoluzione dei canali, dopo che Dazn ha acquistato per 840 milioni all’anno l’esclusiva di 7 gare su 10 dalla Lega di serie A per tre anni. Sky si è aggiudicata le altre tre gare, in co-esclusiva. La rete di Murdoch, dopo sforzi immani, non è riuscita a mantenere una leadership che durava dall’estate 2003.

Dopo lo sbarco in Italia nella calda estate 2018, Dazn è pronta così a diventare la padrona di casa della Serie A. L'esordio è quindi alle 18.30 con Inter-Genoa e Verona-Sassuolo, prime sfide del campionato che entra nell'era streaming. Insieme a Dazn, l'avvio del campionato sarà un test anche per Tim, che ha investito nella partnership con la piattaforma OTT puntando su TimVision con una offerta che garantisce anche la visione della Champions League mediante un accordo con Mediaset Infinity. Sfida epocale. L'altra grande novità televisiva della stagione calcistica è, infatti, l'ulteriore spacchettamento delle gare tra i vari broadcasters. La contesa riguarda anche altre competizioni. La Champions League, in Italia, sarà trasmessa da tre piattaforme: Mediaset, aggiudicataria dei diritti di trasmissione della Coppa Italia, Sky e Amazon Prime Video. L’azienda guidata dal magnate Jeff Bezos ha acquistato i diritti per le 16 migliori partite del mercoledì. Sullo sfondo restano le altre competizioni, con Europa League e Conference League sia su Dazn che su Sky. Europa della concorrenza, conformemente alle regole di mercato comunitario. La stagione di Serie B, appetibile, vedrà la trasmissione delle partite su Sky, Dazn ed Helbiz: imbarazzo della scelta! Infine, per il calcio estero, la Liga sarà su Dazn mentre Premier League, Bundesliga e Ligue 1 verranno trasmesse da Sky. 

La girandola di novità ha riguardato anche i principali telecronisti e commentatori televisivi. Sandro Piccinini, dopo una vita sotto le insegne del Biscione, sarà la voce principale della Champions League su Amazon, con un parterre di opinionisti di tutto rispetto: Clarence Seedorf, Julio Cesar e l'ex arbitro Gianpaolo Calvarese.
Tanti i volti noti che faranno parte della squadra di Dazn, spiccano Massimo Ambrosini, Alessandro Matri, Giampaolo Pazzini, Riccardo Montolivo e Andrea Barzagli. La piattaforma inglese ha, inoltre, confermato Pierluigi Pardo in telecronaca e Diletta Leotta. I programmi di approfondimento, in chiaro, terranno compagnia agli affezionati del calcio “romantico”. Domenica 22 agosto partirà 'Pressing Prima Serata', speciale di Retequattro, condotto da Massimo Callegari e Monica Bertini. La Rai scende in campo il sabato con Dribbling su Rai2 alle 18.30, condotto da Simona Rolandi e Novantesimo Minuto, guidato da Marco Lollobrigida e Giovanna Carollo. La Domenica Sportiva, trasmissione più antica del palinsesto televisivo nazionale, sarà curata da Jacopo Volpi. Il countdown è iniziato. Tutto pronto per una nuova stagione di calcio. Che la sfida abbia inizio!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top