Benevento corsaro a Terni, arriva la quarta vittoria consecutiva.

Striscia positiva dei Sanniti che arriva a quattro vittorie consecutive decretandone il rilancio in campionato.

Di scena allo stadio Liberati  di Terni il match valevole per la giornata numero 17 del girone di andata tra Ternana e Benevento. Partita tra due squadre in un ottimo momento di forma,  con il Benevento reduce da tre vittorie consecutive e la Ternana di Lucarelli che nelle ultime tre di campionato ha saputo realizzare   due pareggi e una vittoria.

 

La partita

Mister Caserta mantiene inalterata l’ossatura della squadra vittoriosa nelle ultime giornate di campionato confermando Vogliacco al centro della difesa e affidandosi alla verve realizzativa di  Lapadula per portare a casa i 3 punti. Lucarelli risponde con il 4-4-2 confidando nelle capacità realizzative di Donnarumma e Pettinari.

Buona partenza per entrambe le squadre decise di non accontentarsi e di tentare la conquista dell’intera posta in palio. Buone trame di gioco da ambo i lati anche se nella prima parte di gara, nonostante la buona volontà le occasioni da gol latitano. Solo un episodio può rompere l’equilibrio iniziale e puntualmente arriva al minuto 23 quando il Benevento sfruttando un errore avversario dà vita alla ripartenza vincente che porta in gol il solito Lapadula. La Ternana si scuote quasi immediatamente dimostrando di non accusare il colpo dello svantaggio e andando vicinissimo all’immediato pareggio con Donnarumma. Sembra essere il preludio al forcing dei padroni di casa alla ricerca del pareggio ma in realtà è sempre il  Benevento ad avere ben in pugno la partita e andare al doppio vantaggio grazie a un penalty procurato e trasformato da Lapadula dopo l’ennesima magistrale discesa di Elia, vero e proprio protagonista della vittoriosa trasferta.

Senza particolari sussulti ulteriori si esaurisce il primo tempo.

Partenza a razzo per i padroni di casa nel secondo tempo che danno , fin dalle primissime battute, assedio all’area avversaria nel tentativo di rientrare in partita. Fioccano, così,  le occasioni per i padroni di casa dopo pochissimi minuti dall’inizio della ripresa prima con Pettinari e poi con Donnarumma  ma la difesa sannita regge l’urto dell’assalto. Il Benevento non sta a guardare e va vicinissimo al tre a zero con Insigne che a porta quasi vuota non approfitta dell’ottimo spunto di Lapadula. La partita va avanti seguendo il solto cliché con i padroni di casa che non lesinano energie per giocaserla fino al triplice fischio finale e il Benevento cinico ad aspettare l’occasione del definitivo KO. Non succede niente di tutto questo terminando  la partita sull’identico parziale del primo tempo, vale a dire 2 a 0 per le streghe.

 

Il commento

Quarta vittoria consecutiva per gli uomini di Caserta che si buttano alle spalle, definitivamente,  le incertezze palesate nelle 3 precedenti sconfitte consecutive patite contro Brescia, Frosinone e Pisa. La squadra sembra aver trovato gli automatismi giusti attraverso i quali esprimere il proprio potenziale. La striscia di risultati utili consecutivi inizia a diventare importante anche sotto l’aspetto psicologico attribuendo ai giallorossi la  consapevolezza della loro  forza e delle loro qualità aspetto indispensabile per centrare gli obiettivi prefissati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top