Sistemi scolastici a confronto, il modello inglese

Nel Regno Unito esiste un solo tipo di scuola superiore, ma ogni istituto può offrire materie e programmi differenti a richiesta di studenti e genitori

Il modello scolastico italiano per tendere ad un’agognata semplificazione potrebbe ispirarsi, quantomeno dal punto di vista organizzativo, al modello inglese. In Inghilterra la stragrande maggioranza della popolazione studentesca frequenta la Comprehensive School e l’istruzione superiore si basa su tre sole offerte: le Grammar School (i nostri licei), le Technical School (gli istituti tecnici) e le Modern School (gli isitituti professionali).

Gli stipendi degli insegnanti sono regolati da un contratto nazionale, ma ci sono retribuzioni supplementari in base ai risultati. Le scuole possono dare premi, incentivi e gratifiche per non perdere i professori più bravi. La meritocrazia è una realtà e non uno slogan da campagna elettorale.

Per quanto alla presenza di scuole private (independent schools), possono operare al di fuori dei regolamenti della scuola pubblica e sono caratterizzate da standard accademici di livello superiore.

Decidere di studiare all’estero in un Paese come il Regno Unito comporta l’inserimento in un sistema scolastico diverso, sia per tipo di materie offerte che per durata e regole.

La scuola dell’obbligo inglese finisce a sedici anni. Dai cinque agli undici anni c’è la scuola elementare, poi ci sono tre anni di scuola “media” (dagli undici ai quattordici anni) e infine una scuola superiore dai quattordici ai diciott’anni.

I quattro anni di scuola superiore sono divisi in blocchi di due anni, al termine dei quali avvengono degli esami e viene conseguita una certificazione. Tra i quattordici e i sedici anni viene conseguito il Gcse, al termine degli altri due anni (sedici - diciott’anni), cioè del cosiddetto sixth form, si ottiene il diploma inglese A level oppure il diploma Ib internazionale.

La scuola superiore inglese è di quattro anni, contro quella italiana di cinque, cioè i programmi di studio sono più intensivi in Gran Bretagna che in Italia, specialmente per le materie scientifiche.

Il programma di mobilità all’estero consentito dal Ministero della Pubblica Istruzione permette agli studenti italiani di iscriversi a scuole di Paesi esteri, previa prova di selezione per il recupero del programma, che è inevitabilmente diverso.

Nel Regno Unito non esistono licei come quelli italiani. Esiste un solo tipo di scuola superiore, ma le scuole offrono materie differenti l’una dall’altra per scelta di programma, richiesta di studenti e genitori o particolare specializzazione. La differenza la fanno le materie offerte, che si possono combinare nella scelta.

Per il Gcse, dai quattordici ai sedici anni, gli studenti seguono tre materie obbligatorie, come lingua straniera, inglese, matematica, e quattro o cinque materie a scelta, da scegliere tra religione, educazione fisica, biologia, chimica, fisica, arte, storia, geografia etc. Non molto diverso, quindi, da un liceo italiano scientifico. Le materie come latino o greco non sono molto comuni e vengono di solito approfondite all’università, non al liceo.

Ai 16 anni (o in ogni caso al terzo anno di scuola superiore) c’è il sixth form e gli studenti scelgono la strada da seguire verso l’università: se proseguire con il programma inglese e conseguire alla fine del quarto anno il diploma A level, oppure optare per il programma internazionale Ib.

Se si opta per il diploma inglese A level vengono scelte quattro materie di studio per il penultimo anno e tre per l’ultimo anno, che vengono insegnate in modo approfondito. Inizia quindi una specializzazione che non ha niente in comune con il liceo italiano.

Se la scelta ricade, invece, sul programma di studio Ib International Baccalaureate, sempre della durata di due anni, si scelgono sei materie, di cui tre a livello standard e tre a livello avanzato, che sono rilevanti per le ammissioni universitarie. Le materie sono: due lingue, una materia artistica, una materia scientifica, matematica, una materia umanistica o economica.

Entrambi i diplomi Ib o a level sono validi in Italia per chi desideri trascorrere all’estero almeno due anni e diplomarsi nel Regno Unito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top