Sistemi scolastici a confronto, il modello canadese

Il percorso formativo canadese si articola in 12 grades. La valutazione degli studenti quasi sempre su base scritta e le interrogazioni orali sono rare. Lo studente si esprimere di fronte alla classe per interagire e porre domande o per spiegare un nuovo concetto. I voti sono espressi in lettere

Il sistema scolastico canadese inizia con la scuola materna, non obbligatoria. L’asilo è destinato ai bambini di 4-5 anni e ha una durata di due anni. Il percorso formativo vero e proprio, ossia quello che porta gli studenti canadesi al diploma, si articola in 12 anni (grades). Dal primo al sesto anno si frequenta la scuola elementare (elementary school). Dal settimo al nono anno vi è la scuola media (middle school) e, infine, dal decimo al dodicesimo anno, la scuola superiore (secondary school). Si passa quindi ai due anni di College per poi diplomarsi o continuare con altri tre anni di Università.

La scuola si apre a settembre e termina a Giugno, con 2 periodi di vacanza uno a dicembre (winter break) e uno a marzo (spring break). Sono poi previsti ulteriori giorni liberi che ogni scuola gestisce in modo autonomo: nelle regioni più fredde vengono usati durante i cosiddetti snow days, in cui è difficile muoversi da casa per le difficili condizioni meteorologiche.

Le scuole possono essere private o pubbliche; quelle private ricevono i fondi da donazioni e dalle tasse scolastiche degli studenti; sono basate su un alto livello d’istruzione e seguono il curriculum definito dalla Provincia di appartenenza. Quelle pubbliche invece sono finanziate dal Governo centrale e dalle singole Province, consentendo agli studenti canadesi di accedervi senza pagare una retta, come nel modello statunitense. I libri sono forniti dalla scuola, mentre il trasporto per raggiungere la scuola o le strutture in cui si fa sport sono garantiti a costo zero. Le scuole pubbliche possono essere anche Catholics Schools, dove la religione è una parte importante della vita quotidiana. E’ richiesto agli studenti di indossare la divisa scolastica nelle scuole private, in quelle cattoliche in alcune pubbliche selezionate. Nelle altre non è prevista una divisa specifica ma esiste un dress code da seguire.

L’orario giornaliero varia da regione a regione. Le Province con un clima più mite iniziano di solito verso le 8:00-8:30, mentre quelle più fredde alle 9:00. Cinque minuti prima della lezione, si ascolta l’inno nazionale, spesso in piedi.

La giornata di uno studente canadese si suddivide in cinque moduli, o periods, che corrispondono alle diverse classes che si frequentano. In genere dopo le prime tre si va a mensa, con una pausa pranzo di un’ora. Si continua poi con le lezioni fino al primo pomeriggio. La scuola termina verso le 14:00-14:30 (se si inizia alle 8:00-8:30) o alle 15:00-15:30 (se si inizia alle 9:00). Dopo le lezioni si svolgono le eventuali attività? sportive ed extrascolastiche. Nell’arco della giornata scolastica possono esserci anche alcune ore buche, i free periods, che ogni studente gestisce in modo autonomo: può andare in palestra, chiacchierare nella caffetteria oppure studiare in biblioteca.

La valutazione degli studenti è quasi sempre su base scritta. I corsi prevedono ogni due-quattro settimane un test, spesso a sorpresa (pop quiz). Le interrogazioni orali sono estremamente rare. Lo studente è invitato ad esprimersi di fronte alla classe in altro modo: i ragazzi sono incoraggiati a interagire e porre domande. Al massimo uno studente è chiamato alla lavagna per spiegare un nuovo concetto e viene valutato nel caso in cui sia stato particolarmente partecipe e collaborativo. Per quanto riguarda i voti, questi sono espressi in lettere, ma spesso accanto è presente anche una valutazione in centesimi. La sufficienza piena è la C (60 in numeri), la D è già considerata al limite.

L’anno scolastico e? diviso in due semestri che vanno da inizio settembre a fine gennaio e da inizio febbraio a fine giugno. Talvolta il semestre e? a sua volta diviso in due trimestri, detti terms.

Le scuole superiori in Canada operano secondo due diversi sistemi, il block system (calendario didattico semestrale) oppure il linear system (full year). Il primo sistema è adottato per la maggior parte delle scuole pubbliche e prevede lo studio di 4-5 materie per ciascun semestre con esame finale a ogni semestre. Il secondo è utilizzato dalle scuole private e prevede lo studio di 8-10 materie per tutto l’anno scolastico. In questo caso l’anno è diviso in 3 terms. Con il block system vi è il semester 1 da settembre a gennaio (a novembre ci sono i mid-term exams) e il semester 2 da febbraio a giugno (ad aprile ci sono i mid-term exams). Con il linear system vi è il full year da settembre a giugno (a dicembre e marzo ci sono i mid-term exams).

Chi intende proseguire i propri studi e accedere all’università dovrà studiare le materie a un livello “advanced” mentre gli altri studieranno a un livello “general”.

In ogni scuola c’è un’infermeria e uno sportello psicologico, presso il quale si può parlare anche di educazione sessuale e contraccezione. Chi vuole può farsi seguire dal guidance counselor, una figura che consiglia i ragazzi sul percorso da intraprendere e disponibile per l’eventuale modifica del piano di studi scelto, nel caso in cui questo non risponda alle aspettative e al livello dello studente.

Gli studenti devono seguire materie obbligatorie e in ogni grade ad esse è associato un numero di crediti che lo studente deve accumulare per superare l’anno. Ci sono poi le materie facoltative.

Un discorso a parte deve essere fatto per le attività extrascolastiche, che gli studenti sono fortemente spinti a frequentare. Sono pochissimi i ragazzi che non si fermano dopo le ore di lezione per fare sport o partecipare a un club, in genere solo chi svolge lavoretti stagionali (in Canada si può iniziare a lavorare a 16 anni). Chi gioca in una squadra si allena quasi tutti i giorni e nel weekend è impegnato nelle partite di campionato che si svolgono anche in luoghi molto lontani da quello di residenza. Gli allenatori sono tutti professori della scuola che la mattina insegnano altre materie. Inoltre si può prendere parte alle attività culturali previste dalla scuola come drama, visual arts, banda, coro, musica, etc. Se per lo sport c’è il campionato, in questo caso si organizzano degli spettacoli a fine semestre. Altri eventi che si svolgono nel corso dell’anno sono i balli: ogni scuola prevede un homecoming, un prom e dances dedicate ai vari anni. Talvolta si organizza anche la festa di Halloween. Inoltre, per gli studenti dell’ultimo anno è sempre previsto un senior trip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top