Sistemi scolastici a confronto, il modello australiano

La scuola australiana una vera e propria comunit. Ogni anno tra gli studenti vengono nominati i capitani, vice capitani e prefetti che hanno il compito di organizzare tutti gli eventi scolastici.

L’istruzione scolastica in Australia include la preschool (nido d’infanzia), la preparatory school (scuola materna), la primary school, la secondary school e la tertiary education (ossia TAFE colleges e universities) o scuola secondaria senior.

Il percorso formativo obbligatorio si sviluppa in dodici anni e dalla prima elementare, anche detto Year 1, si conclude con il diploma, che si consegue nell’Year 12.

La preparatory school (scuola preparatoria) ha una durata di due anni. Il primo anno, detto kindy, accoglie i bambini dai tre anni in su che partecipano alle attività proposte per due o tre giorni la settimana. Il secondo anno, detto pre-primary, ha invece una frequenza a tempo pieno ed è un percorso educativo obbligatorio. Alla proposta pubblica si affianca quella privata che prevede un orario più esteso per venire incontro alle esigenze dei genitori. Queste organizzazioni private, day care centre, child care centre o family care centre, che accolgono bambini dalla nascita sino all’età scolare, dalla mattina alla sera, sono soluzioni a pagamento.

La primary school (scuola elementare) dura sei anni (dai 6 ai 12), cioè Year 1, 2, 3, 4, 5 e 6, e prevede lo studio di otto materie, oltre le attività extra. Vengono assegnati pochissimi compiti, chiedendo ai ragazzi soprattutto di concentrare il loro tempo libero nella lettura o in ricerche pratiche legate all’osservazione e investigazione dell’ambiente che li circonda. Nei primi anni della scuola primaria inoltre viene data molta importanza allo show and tell. Ogni settimana lo studente parla per qualche minuto davanti alla classe di qualcosa che ha fatto di importante o di un particolare tema. I bambini imparano a parlare in pubblico, a condividere le loro idee ed emozioni e ad ascoltare ciò che gli altri hanno da dire. È molto vissuta dalla comunità locale, che partecipa attivamente alle sue iniziative. Il comitato dei genitori (P&C, Parents and Citizens Associations), con gli insegnanti, decide le attività scolastiche e il piano didattico. I genitori, su base volontaria, prestano aiuto presso la cucina o la mensa, facendo da assistenti per le attività extra scolastiche o l’organizzazione di eventi.

Le tecnologie sono ampiamente usate. Quasi tutte le scuole hanno lavagne interattive e l’Ipad è uno degli strumenti che gli studenti usano ogni giorno insieme alla penna e al quaderno. Anche i compiti di matematica e inglese vengono fatti attraverso piattaforme online (esempi, Spellodrome o Mathletics). La comunicazione tra genitori ed insegnati avviene anche online con apps che permettono di vedere i progetti sviluppati in classe, le attività della settimana, i progressi del proprio bambino, etc. (un esempio di app è il ClassDojo). Recentemente molte scuole stanno introducendo come attività didattica il coding, ossia il codice informatico, la programmazione al computer.

La secondary school (scuola secondaria o high school) dura sei anni, in cui sono compresi due anni di scuola media (Year 7 e 8) e quattro anni di scuola superiore (Year 9, 10, 11 e 12).

La pagella viene consegnata alla fine di ogni semestre e nel corso dello Year 3, 5, e 9 ci sono degli esami di verifica su due materie chiave, detti Naplan (National Assessment Program, Literacy and Numeracy). Sino allo Year 9 tutte le otto materie studiate nella primary school rimangono tali. Dallo Year 10 le materie fondamentali si riducono a sei e diventano cinque nello Year 12, di cui una sola davvero obbligatoria, l’inglese, mentre le altre sono a scelta dello studente. Le materie scelte sono generalmente in funzione di ciò che l’alunno intenderà fare dopo la scuola dell’obbligo.

La scuola è obbligatoria almeno fino all’età di 16 anni. È possibile lasciare la scuola a 16 anni di età, alla fine del Year 10, solo se si dimostra di essere impiegati a tempo pieno, in apprendistato o iscritti presso un istituto professionale (TAFE). I genitori devono richiedere ed ottenere l’esenzione attraverso una domanda al Ministero dell’Educazione. Una volta completata la scuola secondaria senior, alla fine del Year 12, gli studenti sostengono il WACE (Western Australia Certificate of Education) e ricevono un attestato ufficiale del titolo conseguito ossia un Diploma di Maturità. Il Diploma è riconosciuto a livello nazionale dalle aziende, dalle Università, negli istituti di formazione professionale (VET), nonché in molti istituti a livello internazionale.

Vi sono scuole pubbliche o governative, private (incluse le scuole religiose, come quella cattolica o musulmana) e scuole che si basano su filosofie educative, come gli istituti Montessori e Steiner.

Non si studia quasi mai sui libri, eccetto poche materie. Proprio per questo motivo gli studenti possono prendere in prestito i libri dalla library, avendo cura di restituire i testi al termine dell’anno.

Essendo l’Australia nell’emisfero sud le stagioni sono capovolte rispetto all’Europa e dunque la scuola inizia a fine gennaio/inizio febbraio e termina a inizio/metà dicembre. Le vacanze scolastiche più lunghe si concentrano nel periodo estivo, cioè da metà dicembre sino a fine gennaio dell’anno successivo. L’anno scolastico è suddiviso in due semestri, a loro volta comprensivi di due terms. I terms hanno una durata di 10 settimane, alla fine dei quali è prevista una pausa di due settimane (1° term da gennaio ad aprile, 2° term da aprile a giugno, 3° term da luglio a settembre, 4° term da ottobre a dicembre).

La settimana scolastica va dal lunedì al venerdì e l’orario scolastico prevede due pause: la prima di 30 minuti e la seconda di circa 50 minuti per consumare il pranzo. Ogni lezione dura generalmente 50 minuti e tra una lezione e l’altra gli studenti cambiano i libri di testo recandosi al proprio locker.

Un giorno della settimana è dedicato allo sport e per questa attività è obbligatorio indossare la divisa sportiva. Gli studenti si allenano con la propria squadra, scelta in base al periodo scolastico e alle proprie capacità, per gareggiare contro le altre scuole.

Gli studenti sono valutati con due tipologie di prove: i quiz (prove a sorpresa che verificano l’apprendimento continuativo su più argomenti e della durata massima di 30 minuti) e le prove scritte (verificano l’apprendimento nel lungo periodo e sono in concomitanza con la conclusione dei terms).

Non esistono le interrogazioni orali e tantomeno si richiede un intenso studio nozionistico o mnemonico. Alla scuola superiore si insegna il metodo di ricerca; i tests sono progetti, individuali o di gruppo, in cui gli studenti devono ricercare, elaborare, presentare seguendo delle linee guida, ma viene lasciata libertà agli studenti in merito a come e dove organizzare le informazioni necessarie. Anche nella scuola superiore, come in quella primaria, il debating, il dibattito, è considerato un’attività molto importante, lo studente impara a parlare in pubblico, a sostenere le sue ragioni, a controbattere in modo ragionato, a sviluppare un pensiero critico, abilità e doti mirate a diventare un cittadino responsabile.

Il modello prevede programmi “gifted and talented” (“dotati e talentuosi”) e “high achievement” (“rendimento eccezionale”), che fanno guadagnare qualche credito extra da presentare alla domanda di ammissione all’Università, o anche programmi di apprendimento individuale per chi ha bisogno di un sostegno aggiuntivo nell’apprendimento.

Le lezioni frontali sono spesso sostituite da conversazioni e incontri all’aperto, nel cortile della scuola. In questo modo gli studenti sono più motivati a seguire l’insegnante, a studiare, a svolgere lavori di gruppo e a conoscere se stessi e i loro punti di forza. In Australia è previsto il cambio d’aula alla fine di ogni materia. Questo permette di incontrare ragazzi di altri corsi e allargare la propria rete di amici.

I voti in Australia sono chiamati grades, e sono espressi in lettere, dalla A alla F. Ogni studente deve raggiungere la sufficienza in tutte le materie, un grade C, che corrisponde al 6 italiano.

La scuola australiana è una vera e propria comunità. Ogni anno tra gli studenti vengono nominati capitani, vice capitani e prefetti che hanno il compito di organizzare tutti gli eventi della scuola. Gli studenti partecipano attivamente alle assemblee, agli sports carnivals, vestendosi con i colori della propria casata, agli eventi pubblici scolastici, alle feste, agli incontri, etc. A fine anno vengono proposte le serate di premiazione degli studenti più meritevoli sotto l’aspetto accademico e di chi si è distinto nello sport, nelle arti o in qualità quali leadership, altruismo e spirito scolastico. Ogni scuola ha una propria divisa che va rispettata e indossata. Frequentare una scuola significa far parte di una comunità e gli studenti rappresentano il proprio istituto anche al di fuori della struttura.

Dopo la scuola dell’obbligo, il percorso scolastico viene denominato AQF, Australian Qualification Framework e si divide in due percorsi accademici. Il percorso scolastico TAFE Colleges, conosciuto anche come VET (Vocational Education and Training), è caratterizzato da istituti di formazione professionale che offrono una molteplicità di corsi di diversa durata (da dieci settimane a 3 anni) a seconda che si voglia ottenere un Certificate, un Diploma o un Advance Diploma. Ciò che si studia sono generalmente materie tecniche in preparazione al mondo del lavoro. I TAFE, Technical And Further Education colleges, sono istituti strettamente legati alle imprese. Gli studenti imparano le attività di base con la possibilità di periodi di tirocinio presso le aziende, avendo l’opportunità di studiare e lavorare al tempo stesso. È da questi percorsi scolastici che nascono futuri parrucchieri, chef, designer, infermieri, ma anche professionisti nel settore del turismo, consulenti finanziari, personale esperto di media e comunicazione. È possibile accedere all’Università anche attraverso dei corsi a tempo pieno di due o tre anni condotti nei TAFE Colleges. Molte Università riconoscono i Diploma e gli Advance Diploma come lauree di primo livello.

L’accesso all’Università è possibile soltanto se si hanno i requisiti richiesti, cioè il Diploma rilasciato nello Year 12 (WACE) e un certo livello di ATAR, Australian Tertiary Admission Rank. Questo valore percentuale identifica dove si colloca la media del singolo studente rispetto alla media nazionale. L’Università si divide in due cicli: Undergraduate, alla fine del percorso di studi, di tre o cinque anni a seconda dell’indirizzo, che consente di ottenere il Bachelor Degree o laurea di primo livello. Se decide di aggiungere un anno si  consegue l’Honour Degree. Il secondo ciclo è il Postgraduate, comprende dei programmi di perfezionamento post-universitari della durata di sei mesi/due anni e permette di conseguire i seguenti certificati: Graduate Certificate, Graduate Diploma, Master Degree, Doctoral Degree (PhD).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top