Santa Claus is coming toNapoli

Parte la corsa agli ultimi regali di Natale

Santa Claus is coming to…Napoli

Parte la corsa agli ultimi regali di Natale

Il countdown a Natale è ormai ufficialmente partito ed ovviamente a pochi giorni dalla festività, da molti più attesa dell’anno, scatta la febbrile rincorsa ai regali. Diciamoci pure la verità. Dover fare un regalo di Natale ad una persona a noi cara o anche ad un semplice conoscente è operazione rischiosa. Il carico di aspettative, desideri e disponibilità, di tempo ed economica, concorrono attivamente nel rendere il tutto più complesso. Ma è questo anche il bello del Natale. Dover girare tra le strade ed i vicoli della città alla ricerca del regalo perfetto. Ecco due idee, culturali e pratiche allo stesso tempo, per un perfetto regalo made in Napoli.

 

Cara Napoli di Lorenzo Marone

Lorenzo Marone è uno dei principali scrittori italiani in rampa di lancio. Nato a Napoli nel 1974 ha lasciato il suo impiego da avvocato per dedicarsi alla scrittura. Dopo diversi racconti, ha raggiunto il successo nel 2015 con “La tentazione di essere felici”, libro che ha poi vinto il premio Strega e la cui trama ha liberamente ispirato il film “La tenerezza” di Gianni Amelio. “Cara Napoli” è un testo intenso, vivo e passionale, dove l’autore, tenendo la mano del lettore, lo accompagna nella conoscenza della sua città, dal mare al Castello angioino, dalle infinite vie che l’attraversano agli spaccati della società che la vivono e la caratterizzano.

 

Capodimonte incontra la Sanità

Il museo di Capodimonte è senza dubbio uno dei volti artistici della città di Napoli. Il 16 gennaio del 2022 si concluderà nella struttura la mostra “Paolo La Motta. Capodimonte incontra la Sanità” curata da Sylvain Bellenger e Maria Tamajo Contarini, promossa e organizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte in collaborazione con l'associazione Amici di Capodimonte Ets e realizzata grazie al sostegno della Regione Campania, su progetto di allestimento dell'architetto Lucio Turchetta e di coordinamento di Maria Flavia Lo Regio. La Motta, artista residente ed operante da sempre nel rione Sanità dove insegna scultura a tutti i giovani che frequentano l’istituto Papa Giovanni XXIII, riesce a mostrare nitidamente, attraverso i suoi quadri, l’asprezza e la bellezza dei figli del quartiere. Paure e desideri, sogni di rivalsa ed incubi si fondono tra loro negli occhi di bambini ed adolescenti, mirabilmente raffigurati da La Motta. Quale migliore idea per un regalo di matrice napoletana?

 

 

DANIELE CAPALDO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top