Oggi 11 ottobre è la Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze

Si celebra in tutto il Mondo la Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, simbolo di un lungo lavoro ancora da fare per garantire diritti e possibilità in modo equo a tutti.

Si celebra oggi la Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2011, sulla scia di quel progetto progressista per garantire diritti a tutte le donne e ragazze del Mondo iniziato nel 1995, alla Conferenza Internazionale sulle donne di Pechino, ove all'unanimità è stata adottata la Dichiarazione e la Piattaforma di Pechino.

Un lavoro sinergico che ogni Stato porta avanti, chi con buoni risultati e chi con risultati meno buoni, per garantire diritti ed equità alle bambine e ragazze di tutto in mondo in modo da farle diventare donne libere, consapevoli, istruite e in grado di raggiungere qualsiasi risultato.

L'impresa non è semplice e purtroppo ancora altissimi sono i numeri delle bambine che non hanno accesso all'istruzione o a percorsi di formazione, la libertà di scelta sembra un miraggio considerando che ancora oggi, ogni anno, sono circa 12 mila le spose bambine nel Mondo. Circa 350 mila bambine e ragazze frequentano scuole che non hanno servizi igienici separati, e accessibilità e inclusione per ragazze disabili raramente sono garantite.

L'Unicef stima che 13 milioni di ragazze tra i 15 e i 19 anni hanno subito violenze sessuali, la percentuale di mutilazioni genitali femminili è calata dal 47% di venti anni fa al 34% di oggi, ma la strada è ancora lunghissima. Nuove e inconsapevoli vittime di violenze sono oggi le tantissime bambine e ragazze migranti che si spostano da sole, affrontando rotte pericolose in cerca di una vita migliore.

Una società globale che ancora non è in grado, in modo omogeneo, di dare spazio alle bambine e alle ragazze, e alle donne in generale.

Una istruzione completa e libera permetterebbe alle bambine di tutto il Mondo di poter avere gli stessi mezzi dei bambini, in modo da poter competere in modo equo nel mondo del lavoro e nella società in generale.

Madri, imprenditrici, mentori, leader, politici, manager.. le ragazze hanno il potenziale per raggiungere qualsiasi obiettivo e posizione ma la società ha il dovere di garantire gli stessi diritti a tutti.

Il cammino per un ambiente sociale sano, equo, inclusivo e possibilista è ancora molto lungo, in particolare in determinate zone del globo, ma non solo.

Differenze di genere pervadono ancora oggi anche le società più industrializzate, orizzonti limitati e pregiudizi radicati creano barriere difficili da abbattere.

I fatti più recenti ci stanno dimostrando quanto un'adolescente può fare per il Mondo intero, quanta influenza può esercitare su coetanei e persone adulte e quanto la motivazione, anche in ragazze giovanissime, possa fare la differenza.

Proprio nell'era di Greta possiamo e dobbiamo fare sforzi più grandi per aiutare la bambine di oggi, donne di domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top