La giornata mondiale degli insegnanti.

Oggi si celebra limportanza della figura degli insegnanti che tra mille difficolt di ogni tipo assolvono ad una funzione fondamentale per il futuro del mondo.

Ricorre oggi martedì 5 Ottobre  la Giornata mondiale degli insegnanti, ricorrenza istituita nel 1994 con lo scopo di celebrare e riconoscere il ruolo centrale dei docenti nello sviluppo culturale e umano dei giovani di ogni parte del mondo. Un giusto e meritato riconoscimento che dalla metà degli anni novanta, ha lo scopo di dare la  giusto rilievo al l lavoro e alle abilità di quanti quotidianamente s’impegnano a fornire gli insegnamenti indispensabili per la corretta crescita non solo culturale ma anche umana per migliaia e migliaia di allievi.

 

Il significato della giornata.

Il 5 ottobre assume gran parte della sua importanza come momento commemorativo della sottoscrizione della Raccomandazione del 1966 dell’UNESCO relativa allo status degli insegnanti. Uno dei più importanti documenti relativi alla categoria professionale nel quale vengono definiti, nella maniera più autorevole possibile, i diritti e le responsabilità degli insegnanti oltre che gli standard di preparazione richiesti per adempiere alla funzione e le condizioni di insegnamento.

Nell’enunciazione di questi principi si evince agevolmente l’altissima considerazione che a livello mondiale si attribuisce al ruolo dell’insegnante, ribadita anche nel solenne atto noto come Agenda 30 delle Nazioni Unite dove all’obiettivo Nm 4 gli insegnanti vengono riconosciuti come “soggetti chiave sotto il profilo educativo” per l’attuazione degli ambizioni programmi di Sviluppo Sostenibile che s’intendono realizzare.

E’ evidente, però, che il solo riconoscimento formale non può bastare perché si concretizzino le condizioni ottimali attraverso cui gli insegnanti possono impartire un’istruzione di qualità ai loro allievi. Di qui la necessità e l’attività di sensibilizzazione, che rappresentano il fulcro della giornata, delle massime organizzazioni mondiali verso ogni iniziativa atta a concretizzare le condizioni ottimali per l’insegnamento.  

 

 

Cisa significa fare l’insegnante oggi.

Ribadita e riconosciuta, anche con la giornata di oggi, l’importanza della categoria dei docenti occorre tuttavia sottolineare  che questo compito, così delicato e fondamentale, nella maggioranza dei casi finisce per essere svolto in condizioni difficili quando non addirittura proibitive. L’estrema precarietà che condiziona questa figura professionale continua probabilmente a rappresentare la principale piaga con cui chi si dedica attivamente nel mondo della  scuola è chiamato a misurarsi. Ma anche quando si raggiunge la fatidica stabilità dal punto di vista occupazionale,  ottenendo una cattedra,  rimangono comunque in essere  problemi che caratterizzano negativamente il percorso lavorativo che seppur riconosciuto  di fondamentale importanza  rimane sostanzialmente avaro di riconoscimenti adeguati all’impegno richiesto e profuso.

In questo clima poco lusinghiero che domina le scene a livello mondiale, l’attività pedagogica e formativa spesso finisce per assumere i contorni di una vera e propria missione. A questo stato di cose non si sottrae, certamente il nostro paese, presentando un panorama didattico spesso  imbarazzante. Edifici scolastici strutturalmente fatiscenti, esiguità cronica delle risorse disponibili, assilli burocratici e difficoltà di natura logistica costringono la categoria nazionale ad un’attività quasi impossibile da svolgere se non ricorrendo ad un incredibile spirito di sacrificio e di adattamento alla realtà.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie
Com

Commenta

Top