La cronaca della Campania dal 31/07 al 07/08

Arrestata Scianel Lady Camorra. Sospesi dipendenti Asl no vax. Green pass agli Scavi di Pompei.

È stata arrestata all’aeroporto di Ciampino Maria Licciardi, ritenuta dalla Dda di Napoli capo dell’omonimo clan e figura di vertice del cartello camorristico detto Alleanza di Secondigliano. La donna, boss senza scrupoli nota come Lady Camorra, stava per imbarcarsi per Malaga, in Spagna. La donna, sorella di Gennaro Licciardi, fondatore dell’organizzazione malavitosa, è accusata di associazione di tipo mafioso, estorsione, ricettazione di denaro di provenienza illecita e turbativa d’asta. Tutti i reati sono aggravati dalle finalità mafiose. L’autore di Gomorra, Roberto Saviano, ha ricordato come Maria Licciardi, la “piccerella”, abbia ispirato il personaggio di Scianel nella serie tv. L’arresto sarebbe stato effettuato grazie a intercettazioni ottenute con “cimici” poste nell’abitazione della donna. Una vicenda emersa sulla Licciardi riguarda la compagna della nipote. Questa si sarebbe appropriata di 450mila euro e lei l’avrebbe accoltellata a una gamba e a un braccio, minacciandola pesantemente per costringerla a riconsegnare l’ingente somma e a lasciare la città dopo la restituzione del denaro

L’Asl Napoli 2 Nord ha sospeso, senza stipendio, ventitré dipendenti per non essersi vaccinati, nonostante ripetute sollecitazioni. Tra i dipendenti sospesi, oltre a medici e infermieri, ci sono operatori sociosanitari, fisioterapisti, ostetriche e un autista soccorritore, personale che non poteva essere ricollocato in altre mansioni che non prevedessero il contatto diretto coi pazienti. La sospensione durerà fino al termine dello stato di emergenza Covid (attualmente fissato al 31 dicembre) oppure fino all’adempimento dell’obbligo vaccinale, previsto da una disposizione nazionale che prevede l’allontanamento dai servizi assistenziali di quegli operatori sanitari che, pur non avendo particolari problematiche sanitarie, scelgono di non sottoporsi a vaccinazione. Il Direttore generale dell’Asl ha dichiarato che «per noi quella assunta oggi è una decisione dolorosa; sappiamo che la vaccinazione è indispensabile per garantire la salute nostra, quella dei nostri cari e dei nostri pazienti. Per questa ragione, abbiamo più volte sollecitato i colleghi oggi sospesi, invitandoli a vaccinarsi; abbiamo bisogno di loro, del loro contributo e della loro professionalità. Ora, però, dobbiamo dare priorità alla salvaguardia della salute dei nostri pazienti». Nelle scorse ore altri sanitari che stavano per essere sospesi, in quanto non vaccinati, si sono sottoposti a vaccinazione. In merito, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha dichiarato che «ci sono ancora alcune aree di resistenza» in merito alla campagna di vaccinazione e «sulle sospensioni saremo rigorosi e inflessibili sul personale sanitario, facendo una verifica anche sul personale privato convenzionato».

Il 6 agosto, nel primo giorno in cui il green pass è diventato obbligatorio per l’accesso in tutti i luoghi della cultura, il sito archeologico degli Scavi di Pompei ha registrato ben 6.890 visitatori. Per non escludere nessuno, è stata attivata una postazione presso l’ingresso agli scavi di Piazza Anfiteatro, per il rilascio di tamponi antigenici per i visitatori non vaccinati, che ha somministrato 319 tamponi gratuiti. La postazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione della Regione Campania e dell’Asl Napoli 3 Sud. Il piano di controlli messo in campo è stato un successo, visto che il green pass non ha frenato i tanti turisti che hanno deciso di visitare la città antica, essendosi registrati ingressi rallentati ma regolari, in numero anche superiore rispetto allo scorso venerdì (5.353 ingressi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie
Com

Commenta

Top