L'ultimo film di Gigi Proietti, Io sono Babbo Natale

Dal 3 novembre scorso, in tutte le sale cinematografiche, c' l'ultimo film che vede protagonista il grande Gigi Proietti, scomparso un anno fa. Io sono Babbo Natale, con Marco Giallini, diretto da Edoardo Falcone.

A distanza di un anno dalla morte del grandissimo Gigi Proietti, lo scorso due novembre, nelle sale cinematografiche di tutta Italia è arrivata l'ultima sua performance da protagonista.

Io sono Babbo Natale, regia di Edoardo Falcone, con Gigi Proietti e Marco Giallini, anticipa il clima natalizio e ci trasporta nel magico mondo di Babbo Natale, dei nostri giorni!

Un ex detenuto, Ettore, interpretato da Giallini, si ritrova fuori dal carcere dopo cinque anni di detenzione per furto, ma non ha intenzione di cambiare rotta. Prima della detenzione aveva avuto una storia d'amore dalla quale era nata una bambina che lui non ha mai conosciuto, ha quindi l'opportunità di instaurare un rapporto con i suoi vecchi affetti ma il suo obiettivo è di continuare a rubare, ed è proprio durante un furto che si imbatte in un curioso anziano che ha un enorme deposito di giocattoli!

Nicola, Gigi Proietti, rivela di essere Babbo Natale ed Ettore stenta a crederci ma, continua a frequentare Nicola per approfittare della situazione. Una serie di episodi curiosi avvicineranno i due protagonisti, che diventeranno amici e sarà proprio l'anziano Nicola a guidare Ettore nella 'nuova vita'.

Un film natalizio formato famiglia, che scalda il cuore come la fiamma di un caminetto acceso, una classica storia di Natale che l'indimenticabile Gigi Proietti, inconsapevolmente, ha lasciato come sua ultima pellicola, girata prima della pandemia e della sua scomparsa.

Una sorta di inaspettato 'testamento', se così vogliamo vederla, che trova compimento nelle scene finali, quando proprio Nicola lascia la scena in favore de Ettore e della sua famiglia. Un 'saluto' al grande pubblico che oggi, ad un anno dalla sua scomparsa, ci sembra emblematico.

Un bel film, che a tratti potrebbe sembrare scontato, ma che trasmette serenità e voglia di famiglia, Natale ed affetti. Il saluto di un artista indiscusso e inimitabile che con ironia e maestria ha portato sul grande schermo una delle figure simboliche più importanti per i più piccoli, e non.

Una pellicola da vedere, consigliata e da consigliare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top