Il Bosco Verticale

Due grattaceli verdi di nome e di fatto

Nella zona di Porta Nuova sorge il complesso di grattaceli più suggestivi e fotografati della città, il Bosco Verticale.

Progettato e realizzato da Boeri Studio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra) è composto da due torri residenziali rispettivamente di 111 metri e 78 metri in cui crescono oltre 900 specie arboree (circa 550 alberi nella prima torre e 350 nella seconda) su 8 900 mq di terrazze, perfettamente in linea con il verde che li circonda. È stato progettato per ospitare una vegetazione equivalente a quella di 30.000 mq di bosco e sottobosco, concentrata su 3.000 mq di superficie urbana.

«La scelta e la distribuzione delle essenze rispecchia criteri sia estetici sia funzionali all’adattamento agli orientamenti e alle altezze delle facciate. Risultato di tre anni di studi condotti insieme a un gruppo di botanici ed etologi, lo sviluppo della componente vegetale ha preceduto la stessa vita edilizia del complesso. A partire all’estate 2010, le piante destinate a essere impiantate sulle torri sono state infatti pre-coltivate in una speciale “nursery” botanica allestita al vivaio Peverelli, vicino a Como, al fine di abituarle a vivere in condizioni simili a quelle finali» si legge sul sito dello studio Boeri.

La sua edificazione non riguarda solo la creazione di nuovi edifici residenziali nella zona, ma anzi cerca di dare un contributo alla città in un’ottica di rigenerazione dell’ambiente e della biodiversità. L’edificio infatti si definisce “verde” non solo per la presenza di vegetazione su di esso ma anche per la sua struttura architettonica e le dotazioni tecnologiche che garantiscono le più alte prestazioni ambientali, riducendo le escursioni termiche, contribuendo alla produzione di ossigeno e assicurando un significativo assorbimento delle polveri sottili.

Il complesso si è aggiudicato l’International Highrise Award 2014, che vuole premiare ogni due anni l’edificio più bello e innovativo del mondo ed è stato scelto tra 800 grattacieli di tutti i continenti, inoltre Nel giugno 2015 si è aggiudicato anche il premio come “migliore architettura europea del 2015” assegnato dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat, promosso dalI’llinois Institute of Technology di Chicago.

L’alternanza delle stagioni causa la variazione di colori e di forme nella struttura vegetale che lo ha reso nuovo simbolo di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top