Giardini pubblici Indro Montanelli

Primo giardino pubblico milanese, oggi luogo di svago per grandi e piccoli

Nella zona di Porta Venezia si trova uno dei polmoni verdi, nonché primo giardino pubblico, della città di Milano, il parco Indro Montanelli. Dedicato al giornalista nel 2002 per il fatto che fosse solito passarci il suo tempo. In origine, era un esteso spazio verde attraversato da corsi d’acqua della famiglia Dugnani. Nel 1780, Giuseppe Piermarini sotto incarico di Ferdinando d’Asburgo Este, lo progettò seguendo uno stile alla francese, allo scopo di creare il primo giardino dedicato allo svago di tutti. Venne così inaugurato nel 1794 e rimase inalterato  anche in seguito alla costruzione del Museo di storia naturale e del Planetario Hoepli.

Nel 1882 seguì una nuova risistemazione affidata a Giuseppe Balzaretto che incluse Palazzo Dugnani e trasformò l’area in un giardino all’inglese, con balzi, boschetti alternati a radure, ruscelli e laghetti, includendo anche un piccolo zoo con animali esotici a fianco al museo di scienze naturali.

Un ultimo intervento fu realizzato da Emilio Alemagna che lo risistemò dopo le diverse esposizioni che si tennero nel decennio 1871-1881.

Il parco ospita un ampio di verde con tre aree giochi per bambini e una zona divertimenti con trenino e giostre, ma anche monumenti e strutture importanti di ambito artistico e culturale come il Planetario, Palazzo Dugnani e il Museo Civico di Storia naturale.

Durante le feste si anima con altre strutture a tema per bambini come il “Villaggio delle meraviglie” di Natale che torna anche quest’anno, fino al 9 gennaio, a cui è possibile accedere gratuitamente ma mostrando il super green pass all’ingresso, mentre per la pista di pattinaggio sono  disponibili i biglietti acquistabili online o in loco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top