Elezioni Amministrative 2021: tracollo della destra e trionfo della sinistra.

Con il secondo turno elettorale si completa la vittoria del centro-sinistra. Una vittoria di portata storica con numeri mai visti nel nostro paese.

Terminano  con le operazioni di scrutinio di oggi le amministrative che hanno caratterizzato quest’ultimo periodo della scena politica nazionale. Il risultato delle città più grandi ancora in bilico dopo il primo turno elettorale, come Roma e Torino,  sembrano decretare in maniera incontrovertibile il successo del centro-sinistra che così completa, aggiudicandosi altre due città di rilievo, il successo già riportato lo scorso 3 e 4 ottobre.

 

Un 5 a 0 netto e senza storie.

E’ proprio questo il risultato di questa appendice finale della consultazione amministrativa, un KO senza attenuanti e senza dubbi per un centro-destra in evidente crisi d’identità politica, almeno a livello amministrativo. Se da un lato c’è chi piange per un risultato molto al di sotto delle aspettative dall’altro, quello del centro-sinistra, invece si brinda a una vittoria di portata storica mai realizzata con simili proporzioni nel nostro paese. Il PD, quindi, esce sostanzialmente rinfrancato da questa consultazione amministrativa dimostrando, ancora una volta, a livello amministrativo, un maggior radicamento sul territorio e una migliore capacità di scegliere candidature valide da presentare al giudizio dell’elettorato. Il centro-destra dal canto suo paga in maniera fin troppo evidente l’approssimazione e la buona dose di improvvisazione che hanno caratterizzato sia la scelta dei candidati sia le modalità di sostegno. Candidati per buona parte anonimi e per di più abbandonati a loro stessi nella consultazione.

 

Roma e Torino: i risultati

Vincono a mani base i candidati del centro sinistra nelle due grandi città andate al ballottaggio dopo il primo appuntamento elettorale. Per quanto riguarda la capitale il candidato Gualtieri espressione delle forze di sinistra riporta un larghissimo successo su Michetti attestandosi al 60,1% delle preferenze. Non cambia la sostanza delle cose quando dai risultati di  Roma ci si sposta su quelli di Torino. Ancora una differenza molto ampia di voti caratterizza il risultato dei due candidati con Lo Russo del centro-sinistra che vince con quasi il 20% in più delle preferenze rispetto a Damilano.

Unico sorriso per il centro-destra è quello relativo ai risultati della città di Trieste con la vittoria sul filo di lana del candidato Dipiazza.

Per quanto riguarda la Campania , Benevento conferma alla guida della città Clemente Mastella che vince la tumultuosa sfida  con Perifano in forza del 52,6% dei consensi riportati. Una vittoria probabilmente  più sofferta di quanto si potesse alla vigilia pensare con uno scarto minimo di voti.

Vince il centro-sinistra anche a Caserta con Marino che si conferma alla carica di primo cittadino.

Astensionismo ancora in rialzo.

Nonostante il dato fosse già preoccupante alla fine del primo turno, al termine del ballottaggio risulta addirittura peggiorato. Al termine di questo turno finale della consultazione il numero delle persone che hanno votato è il 43,94degli aventi diritto. Un calo ancora una volta considerevole di ben 9 punti percentuali rispetto al primo turno e con meno di 1 elettore su 2 che è andato a votare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top