Dramma allUniversit di Napoli, precipita e muore studente

Ragazzo originario di Torre del Greco cade nel vuoto a Porta di Massa presso la Facolt di Lettere e Filosofia della Federico II

Questa mattina intorno alle undici, mentre era in corso una seduta di esami presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, una guardia giurata ha rinvenuto, nel cortile interno dell’edificio di Porta di Massa, il corpo senza vita di un giovane.

Chiamati i soccorsi, sono prontamente sopravvenuti Carabinieri e 118. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane a causa del forte impatto con il suolo.

Dalle prime indagini sono emerse le generalità di uno studente di 25 anni originario di Torre del Greco, Antonio Cerrone. Il P.M. ha disposto i rilievi della Polizia Scientifica e l’intervento del medico legale. Una volta terminate le operazioni disposte dal Magistrato la salma è stata rimossa e nelle prossime ore verrà eseguito l’esame autoptico.

Le Forze dell’Ordine stanno raccogliendo le testimonianze delle persone presenti e finora non risulterebbero disponibili immagini videoregistrate, non essendo il luogo dei fatti coperto da telecamere di sorveglianza.

Da quanto finora emerso il ragazzo sarebbe caduto nel vuoto da una considerevole altezza, attraverso una finestra che affaccia su un cortile interno, non escludendosi la possibilità di un suicidio. Nell’Ateneo affollato da una seduta d’esami, l’accaduto ha lasciato attoniti tutti i presenti.

Alle autorità giudiziarie il compito di far luce sulla dinamica dell’evento, una tragica casualità o un inopinato gesto volontario e le eventuali motivazioni che avrebbero spinto il giovane all’insano gesto.

Il tragico evento ci riconduce inevitabilmente ad una riflessione su questo periodo. Al di là dei singoli casi, infatti, gli studi scientifici dimostrano che ogni qual volta siamo vittime di epidemie, crisi economiche, emergenze internazionali e cataclismi, assistiamo anche ad un incremento dei casi di auto-soppressione. Secondo i dati della Fondazione BRF, Istituto per la Ricerca in Psichiatria e Neuroscienzeogni anno in Italia assistiamo in media a circa 4mila suicidi e dal primo gennaio 2021 vi è un Osservatorio Suicidi (generale) che monitora, in base ad un’attenta analisi delle notizie di cronaca (locali e nazionali), gli atti suicidari, tentati e tragicamente conclusi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top