Buon ferragosto a tutti.

Dall'Imperatore Augusto ad oggi, il ferragosto resta un momento di svago e di relax.

Mancano pochissime ore al Ferragosto la giornata clou di ogni estate quella che più evoca l’idea dello svago e del relax. In ossequio alla tradizione milioni di persone, approfitteranno per concedersi nella calura che caratterizza questi giorni, una pausa dai loro pensieri e dalle loro incombenze quotidiane.

Poco importa che il 15 agosto ricorda che gran parte della stagione estiva è ormai trascorsa e che incombe, in maniera sempre più decisa Settembre, il ferragosto va comunque e degnamente celebrato magari dimenticandosi, almeno per un giorno, di tutto il resto.

 

Ferragsto, le sue origini e la sua natura pagana.

Non vi è dubbio che seguendo l’etimologia della parola Ferragosto si ricava la sua origine lontanissima risalente al primo imperatore romano Ottaviano Augusto a cui si deve anche il nome del mese di Agosto.

Il termine ferragosto, infatti, deriva dal latino feriae Augusti che significa riposo di Augusto. Fu proprio l’imperatore Augusto a istituire questa festa quando correva il 18 a.C. e che a quell’epoca ricorreva il primo di agosto. Oltre a ristorarsi personalmente  la festività era anche l’occasione per concedere altrettanto riposo al popolo giunto stremato alla fine dei raccolti. Venivano organizzate corse di cavalli e l’intera città veniva addobbata a festa con tantissime decorazioni floreali.

 

Ferragosto, diventa una festa cattolica.

Fu solo a partire dal VII secolo che lla festività si i trasformò da rito in origine pagano a vera e propria celebrazione di natura religiosa. La Chiesa Cattolica, infatti, spostando la festivitò dal primo al quindi del mese di agosto le attribuì un chiaro significato religioso dedicando la giornata all’Assunzione di Maria, vale a dire collegandolo al giorno della morte e della rinascita della Vergine a cui si aprivano le porte del paradiso.

Tutto ciò spiega il perché alla giornata si accompagnano  una serie di riti di natura religiosa insieme alle classiche gite fuori porta e ai fuochi d’artificio.

 

L’ influenza del ventennio

Fu durante l’infausto periodo della dittatura fascista che si diffuse l’usanza di festeggiare il 15 agosto con le gite e i piccoli spostamenti. Il regime, infatti,  aveva previsto proprio per dare la possibilità a tutti, anche ai meno abbienti, di spostarsi dalle loro dimore abituali,  i cd “Treni di ferragosto” con prezzi ultra popolari che consentivano di visitare città italiane e le località costiere o montane.

 

Il ferragosto: una festa non solo italiana.

Per quanto la festività del ferragosto sia tipicamente italiana esiste anche in altri paesi europei. In particolare il carattere e la natura religiosa impressa alla festività fa sì che i paesi a maggiore tradizione cattolica la osservino e la riconoscono nell’ambito delle feste nazionali. Ciò accade ad esempio in Spagna, in Irlanda e andando al di fuori del continente europeo in Canadà, Costarica e Cile.

 

Cogliendo l’occasione per augurare a tutti i nostri lettori il miglior ferragosto possibile,anche noi del “Corriere della Campania” intendiamo onorare questo 15 agosto concedendoci ,per questa giornata,  una pausa alle nostre abituali attività.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie
Com

Commenta

Top