Artigianato in fiera

Levento senza il quale a Milano non Natale

Domani sabato 4 novembre inizia, dopo un anno di blocco causato dalla pandemia, l’“Artigianato in Fiera” la manifestazione milanese che dal 1996 ospita artigiani da tutto il mondo esponendo qualsiasi tipo di  prodotto dal cibo ai gioielli, dai vestiti agli accessori. Il più grande evento al mondo di questo genere è  infatti diventato l’Expo Internazionale dell’Artigianato, dei Popoli e delle Nazioni.

Simbolo del Natale milanese, al pari della fiera degli Obei-Obei, è il luogo dove i cittadini meneghini comprano i regali, avendo la possibilità di scegliere tra prodotti di qualità provenienti da artigiani che vengono da qualsiasi parte del globo.

La struttura fieristica è organizzata in padiglioni suddivisi in continenti a loro volta divisi in paesi, tranne per l’Italia che è suddivisa in regioni. All’interno di essi si possono assaggiare piatti e prodotti tipici di quel luogo o acquistare prodotti artigianali tessili o di vario genere, ma è anche possibile assistere a spettacoli dove artisti provenienti da stati diversi suonano, cantano e ballano.

Il luogo adibito per la manifestazione è, ormai dal 2008, la Fiera Milano Rho, mentre prima si svolgeva presso il polo fieristico Fieramilanocity. Progettata e costruita proprio per sostituire quest’ultima, perché non era più adeguata alle esigenze sia della città di Milano sia della stessa Fiera Milano. Il progetto è stato firmato dallo Studio Fuksas e sorge sull’area che un tempo ospitava una raffineria.  I padiglioni e l’intera struttura sono stati ideati per ottimizzare gli spostamenti dei visitatori, infatti al centro del complesso si trova Corso Italia, un lungo viale che inizia all’uscita del metrò e che si sviluppa per tutta la lunghezza della costruzione, lungo il quale tracciato si affacciano i padiglioni.

Nel 2013 è stata collegata a internet con Artimondo, l’e-commerce di Artigiano in Fiera, «per diffondere le migliori eccellenze artigiane italiane e del mondo» si legge sul sito ufficiale dell’evento e nel 2019 è nato Mi View Restaurant, il ristorante al ventesimo piano del World Join Center di Viale Achille Papa 30 a Milano che valorizza il meglio della produzione e della trasformazione agricola e artigianale.

Per accedere quest’anno sarà necessario prenotare il proprio ingresso gratuito tramite l’app o il sito ufficiale, ma una data per volta. La struttura è raggiungibile in metropolitana tramite la linea rossa M1 al capolinea Rho Fiera Milano o in macchina o anche tramite l’utilizzo di bus organizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top