Ancora manifestazioni a Milano

Per il quattordicesimo sabato di fila i no green pass stanno bloccando la citt, Bernardo: il nemico il covid, non il vaccino

Oggi il sindaco di Milano Giuseppe Sala si è espresso riguardo le manifestazioni no green pass che ormai da quattordici fine settimana paralizzano la città con cortei non autorizzati. «Sono incontrollabili» ha detto questa mattina 25 ottobre, riferendosi allo scorso sabato quando i manifestanti sono partiti alle 17 da piazza Fontana, concludendo la marcia alle 22 in piazza Duomo, dopo aver percorso chilometri. Con il traffico bloccato gli agenti delle forze dell’ordine sono stati costretti a creare nuovi percorsi per le auto a causa del fatto che i manifestanti non avevano concordato il percorso.

Durante il programma “l’aria che tira” su la 7 il primo cittadino si è espresso dicendo: «La polizia che può fare? Può fare una sola cosa. Può caricarli. Cosa che ovviamente, io capisco, il prefetto non intende fare».

Si ammette frustrato e del parere che per fermare questa situazione servirebbero più agenti e carabinieri.

Luca Bernardo, suo avversario per poltrona di Palazzo Marino, si trova d’accordo e commenta: «Se manifestare è un diritto, rispettare la libertà di tutti è un dovere. I cortei che si susseguono ormai ogni sabato stanno di fatto paralizzando Milano, le attività commerciali e la vita dei cittadini, già tutti provati dalla pandemia. Non si può solo sperare che non ci siano più tensioni, bisogna dissiparle subito».

«Occorre immediatamente definire una campagna d'informazione sulla necessità del vaccino per la tutela della salute di tutti. È non più rinviabile l'esigenza di far capire che il nemico è il covid, non il vaccino» ha concluso l’esponente del centrodestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top