5 settembre: giornata internazionale della carit.

"Non tutti possiamo fare grandi cose, ma possiamo fare piccole cose con grande amore" (Madre Teresa di Calcutta)

Ricorre oggi, 5 settembre, la giornata internazionale della carità, istituita dall’Assemblea Genale delle Nazioni Unite nel 2012, per dare la giusta rilevanza alla solidarietà e al dialogo tra culture e religioni diverse che convivono in questo mondo.

La data scelta, il 5 settembre, non è casuale in quanto coincide con quella della morte, avvenuta proprio in questa data nel 1997, di Madre Teresa di Calcutta. Chi più di lei, divenuta Santa, avrebbe potuto impersonare agli occhi dell’umanità tutta l’importanza e la profondità della carità, attraverso l’esempio di  un’intera esistenza vissuta in maniera volontaria e gratuita al servizio degli altri, dei più bisognosi e delle persone in maggiori difficoltà.

La giornata di oggi diventa così un momento condiviso a livello mondiale per celebrare le virtù di questa donna che ha saputo proprio attraverso l’esercizio della carità elevarsi ad esempio di una dei più importanti sentimenti umani tanto da rappresentarne un’intramontabile esempio.Una vita vissuta nell’esercizio della carità esaltandone magicamente la bellezza con la vicinanza ai malati, agli umili e ai più poveri.

 

Il termine carità

Il termine carità deriva dal latino caritas,  il cui significato è quello di amore disinteressato e fraterno. Sono proprio gli elementi della spontaneità e dell’amore dato senza alcun tipo di interesse se non quello che ispirato a quel vincolo di vicinanza al prossimo di cui si sostanzia la fraternità a divenire il carattere essenziale della carità. Con queste caratteristiche,la giornata di oggi mira a diventare una sorta di esortazione a quella sensibilità che dovrebbe motivare l’animo umano verso l’aiuto ai “ai fratelli” di tutto il mondo, soprattutto attraverso tutte quelle attività di volontariato divenute, nel corso degli anni, un supporto fondamentale nel sostegno dei meno fortunati. Laddove non arrivano le istituzioni, con tutti i limiti e le mancanze del caso, così diventa prezioso poter ovviare attraverso l’amore fraterno e disinteressato di cui, nonostante i tempi, ogni essere umano è spinto, proprio oggi in maniera più decisa, ad esserne capace.

 

Il riconoscimento dell’Onu

Quando l’ONU ha voluto dedicare proprio alla carità una giornata di rilevanza internazionale ha dimostrato la consapevolezza di quanta importanza potesse avere ai nostri giorni e di come il mondo potesse diventare attraverso essa  un posto migliore e più giusto.

Così la carità diventa nell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, eleborata  dalla massima organizzazione governativa mondiale, una risorsa di inestimabile valore su cui poter far  affidamento, per tutti quei propositi , come l’eliminazione della povertà,che di qui a poco s’intendono realizzare sulla strada dell’edificazione di un mondo migliore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie
Com

Commenta

Top