Vomero, bolletta troppo cara: ragazzina presa a calci

Ragazzina di 12 anni ferita da un calcio durante una lite tra due donne a Napoli.

I Carabinieri della stazione Vomero si sono attivati dopo la segnalazione del personale sanitario dell’ospedale pediatrico Santobono dove è stata portata una ragazzina, con lesioni al torace guaribili in dieci giorni. Ricoverata in osservazione.

A quanto pare la ragazza sarebbe stata colpita durante una discussione avvenuta a causa di una bolletta della luce. L’importo elevato sarebbe la causa che ha provocato la lite nell’appartamento della zona collinare di Napoli durante la quale la ragazzina di 12 anni è rimasta ferita.

Madre e coinquilina, secondo quanto si è appreso, non sono parenti ma dividono la stessa abitazione.

La somma della bolletta - della quale non è stata resa nota l’entità - ma comunque alta ha fatto sorgere la discussione accesa tra le due donne, che dalle parole sono passate alle mani.  La ragazza di 12 anni, figlia di una delle due donne, si è frapposta ed è stata colpita da un calcio, forse in maniera fortuita durante la lite.

L’aggressività, alla base del litigio, è certo indicativa di una condizione di disagio economico che l’attuale situazione della spesa energetica non aiuta. Certo l’incidente è scaturito da una esasperazione che le consegne delle ultime spese energetiche suscitano in tutte le famiglie, seppur le condizioni di tale episodi è sempre da denigrare.

Al vaglio dei carabinieri ora gli avvenimenti che hanno portato la ragazzina a essere ricoverata nel nosocomio partenopeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top