7.4 C
Napoli

Milano: “Niente contanti, solo Pos”. L’avanguardia di alcuni locali che non accettano contanti

"Casse abilitate unicamente per le carte, siamo più tranquilli" dicono i commercianti.

Published:

Niente contanti, solo Pos“. Questa è la storia che arriva da Milano, dove ci sono locali che hanno deciso di mettere addirittura al bando i contanti.

Se un cliente vuole pagare con i contanti, ad esempio un caffè, non può. Non esistono eccezioni. Infatti, le casse di questi negozi non sono più attrezzate per ricevere monete e banconote.

Per ora vicino il Duomo i locali che non accettano i contanti sono sei e i commercianti affermano di non avere nessun ripensamento a riguardo. “Magari qualche cliente l’abbiamo perso – dice un proprietario di un locale – ma di sicuro altri ne abbiamo guadagnati“.

I primi tempi – continua il commerciante, commentando la sua decisione – qualche incomprensione c’è stata. Qualcuno ha addirittura chiamato la Finanza, che naturalmente non ha riscontrato niente di irregolare. Le critiche sono arrivate soprattutto via social, ma da persone che non sono neanche clienti, alimentate solo da uno spirito polemico. Ci sono i No-Vax e ora anche i No-Pos… Devo dire però che anche sui social in tanti ci hanno difeso e comunque i clienti, quelli veri, si sono abituati presto. Anche perché, già prima, l’80% degli incassi era con pagamenti elettronici“. “Per noi – prosegue – il passaggio ha portato solo vantaggi. Innanzitutto gestionali e organizzativi. Senza contanti la contabilità è più semplice, non c’è neanche più bisogno della persona che a fine giornata ritira i soldi e li deposita, con tutti i rischi connessi“.

Il proprietario, inoltre sottolinea la sicurezza che deriva dall’utilizzo dei “soldi digitali”. “Abbiamo subìto quattro tentativi di furto, due dei quali andati a segno. Ora, senza soldi in cassa, siamo più tranquilli“.

Certo, vi sono dei costi da mettere in conto, come i soldiche si prendono banche e società che gestiscono i pos, “ma i costi abbattuti pareggiano la spesa, e poi esistono soluzioni come l’app Satispay che è gratuita per transazioni sotto i 10 euro e con commissione dello 0,20% su quelle superiori. E anche per i Pos siamo riusciti ad ottenere condizioni accettabili“.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles