7.4 C
Napoli

Casamicciola, la storia si ripete: prescritti i reati per la frana del 2009

Il 10 novembre scorso ratificata la prescrizione da parte della Corte di Appello per l’accusa di disastro colposo mossa alla PA.

Published:

Lo scorso 10 novembre la Corte di Appello di Napoli ha ratificato la prescrizione dei reati contestati all’ex sindaco di Casamicciola Vincenzo D’Ambrosio finito sotto processo per l’alluvione che novembre 2009 provocò la morte della 15enne Anna De Felice, 14 feriti e notevoli danni.

Su quei reati era caduta la tagliola della prescrizione già prima della sentenza del processo di primo grado al termine del quale D’Ambrosio venne condannato a quattro anni per omicidio colposo e assolto dall’accusa di disastro colposo insieme con altri imputati tra i quali figurava anche il suo predecessore Giuseppe Ferrandino.

Per il Tribunale di Napoli, l’ex primo cittadino D’Ambrosio (che aveva provveduto a diramare l’allerta meteo moderata qualche giorno prima) avrebbe dovuto anche avvertire la popolazione e disporre altri interventi di specifica competenza dell’amministrazione comunale. L’ex primo cittadino ha impugnato la sentenza sostenendo che l’evento era imprevedibile ed eccezionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles