7.4 C
Napoli

Tragedia a Casamicciola, crolla un pezzo di montagna: morti e dispersi

Un fiume di fango e detriti a Casamicciola: «Si è staccato un pezzo di montagna».

Published:

Dieci edifici crollati per una frana alle 5 di stamattina che ha raggiunto il lungomare in piazza Anna De Felice. Un pezzo di montagna è venuto giù. Un fiume di fango e detriti ha invaso la parte alta di Via Celario e ha raggiunto il lungomare in Piazza Anna De Felice. Lungo il percorso travolte diverse abitazioni, auto trascinate fino al mare. Un evento eccezionale di 120 millimetri di pioggia fa temere il peggio.

Un uomo è stato travolto dal fango. È stato recuperato e salvato. La frana ha travolto alcune auto in sosta trascinandole fino al mare. Ci sono stati anche crolli di case. Tra i dispersi una famiglia composta da marito, moglie e un neonato e di una 25enne che si trovavano in due abitazioni travolte dal fango lungo via Celario. I soccorritori hanno poi recuperato dal fango il giovane Gianluca Monti vivo. Il figlio e la compagna si cercano tuttora. In campo squadre di soccorsi coordinate dalla prefettura. Il numero dei dispersi potrebbe salire visto che dalla montagna sono caduti massi e la colata ha travolto alcune case.

Sono in partenza via mare da Napoli e da Pozzuoli le squadre di soccorso dirette a Ischia per portare aiuto alla popolazione. Il Comando provinciale dei carabinieri di Napoli spiega che l’ultimo traghetto dal Capoluogo è previsto in partenza tra pochi minuti.

Un uomo di circa 60 anni è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Rizzoli di Ischia. E’ rimasto travolto da una frana in piazza Maio, una delle zone più colpite di Casamicciola. All’ospedale sono arrivate numerose richieste di sacchi per cadaveri dalle squadre dei soccorritori.

Ci sono 20-30 nuclei familiari isolati e una decina di immobili crollati secondo quanto riferito dal  sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, in collegamento con gli altri sindaci della zona e la prefettura.

Oltre ai dispersi accertati a Casamicciola, non si hanno al momento notizie di una famiglia composta da padre, madre e due bambini che abitano a monte di Piazza Maio, nella zona interessata in pieno dalla frana e non ancora raggiungibile da parte dei mezzi di soccorso.

Il fango si è mangiato tutto. Tante le auto travolte ma anche una edicola scomparsa inghiottita da acqua e detriti. Sul lungomare auto sommerse o in bilico, accartocciate una sull’altra, ma c’è anche un autobus turistico e un camion bloccato nel fango.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles