13.1 C
Napoli

Pompei: 60mila pellegrini per “incrociare lo sguardo” della Madonna

In fila già dalle 5 nel Piazzale antistante il Santuario. Ne erano circa 60mila.

Published:

In fila dalle 5 del mattino aspettando la “Discesa del Quadro” della Madonna del Rosario, nel Santuario di Pompei.

Questa, una devozione che si ripete ogni anno e mobilita fedeli da tutta Italia, circa 60mila quelli giunti a Pompei ieri.

Dal piazzale antistante la Basilica fin sulle scale dell’altare maggiore un’interminabile fila di devoti. Questi un tempo potevano baciare l’effigie ma ora, per cautela contro il Covid, si può solo guardarla.

Per tale motivo prima della pandemia si giungeva per il cosiddetto ”bacio a Maria”, ora i pellegrini giungono per ‘‘incrociare lo sguardo” della Vergine da vicino.

Il quadro è già stato risollevato in alto e ricollocato nella sua teca sull’altare all’una di questa notte.
L’affluenza di quest’anno è stata altissima che si calcolano circa 60mila fedeli giunti da tutta Italia, anche molti stranieri.
Per soddisfare le esigenze delle decine di migliaia di devoti è stato raddoppiato il numero delle celebrazioni, prima ogni ora, poi ogni mezz’ora.
  
Alle ore 12.00 di ieri, l’arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, ha presieduto la recita della Supplica al termine della quale ha benedetto l’affollatissima navata raccomandando a tutti di ”guardare negli occhi la Madonna del Rosario alla quale poter chiedere le grazie per i propri cari e i propri ammalati’‘, ma anche di ”incrociare gli occhi con Gesù che la Madre celeste tiene sulle sue ginocchia e invita a pregare”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles