13.5 C
Napoli

Ferrovie: Treno di EAV si “scoperchia” a Castellammare di Stabia

Ferrovieri sgomenti e passeggeri a bocca aperta.

Published:

Per i pendolari non è una novità che i treni, gli autobus le metro siano in ritardo, che nelle stazioni ci sia il pericolo di fare brutti incontri, né che viaggiare sia in parte un corso di sopravvivenza.

Ha dell’inverosimile quello che è accaduto alle 7,12 alla stazione di Castellammare di Stabia, ove un convoglio che percorreva la tratta da Salerno a Napoli si è letteralmente scoperchiato entrando in stazione.

L’EAV, ente gestore della tratta, sta provando a mettere in esercizio i treni “cabriolet”.

“Al di là della facile battuta, registriamo un evento gravissimo, che non ha avuto conseguenze drammatiche per puro caso. La copertura di un treno si è staccata dal tetto ed avrebbe potuto colpire i viaggiatori in attesa nelle stazioni con conseguenze che non osiamo immaginare…

È accaduto che il treno delle 7:12 da Sorrento per Napoli si è praticamente scoperchiato nella stazione di Castellammare di Stabia.

Dalla dirigenza daranno sicuramente colpa alla vecchiaia dei treni, ai rami degli alberi vicini alla linea ferroviaria o magari anche agli alieni…(dimenticando che la legge gli consente e gli impone di tagliare i rami indipendentemente dalla proprietà degli alberi stessi, DPR. 753/1980, ma nulla prevede per gli alieni).

La verità è una sola, inequivocabile, ed è sotto gli occhi di tutti !!

Questa è una parte della nota del sindacato dell’orsa , che denuncia l’incuria da parte degli organi competenti per la manutenzione sia sui treni che sulle linee ferroviarie.

La sicurezza dei viaggiatori e dei lavoratori è solo una variabile dell’algoritmo della valutazione dei rischi.

“La realtà è che siamo diventati numeri e non più persone, cifre in un bilancio che tiene conto dell’utile economico e non di quello sociale.

Siamo all’eutanasia del trasporto pubblico…”.

La tratta colpita è fra le più frequentate sia dai pendolari che dai turisti.

L’incidente ha sicuramente sbalordito tutti, ma ha anche evidenziato la sicurezza dei mezzi di trasporto.

La produzione e il ricavato economico di un servizio sono necessari a mantenere il servizio idoneo al trasporto, seppur i continui disservizi e le chiusure di alcune tratte per troppi atti di bullismo (vedi stazione di parco Piemonte, linea Baiano) dimostrano che la sicurezza delle linee non può essere secondaria a nessuna delle linee economiche della linea.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles