13.1 C
Napoli

Marigliano: tragica morte in un incendio del patron della Torrefazione “Caffè Vesuvio”

Per le esalazioni del fumo è deceduto l’82enne Angelo Sepe. Feriti moglie e figlio.

Published:

Questa mattina a Marigliano sono intervenuti Carabinieri e Vigili del Fuoco presso via XI settembre n. 32 per domare un incendio divampato in una palazzina a due piani. La causa delle fiamme sarebbe riconducibile a un corto circuito.

Al primo piano dello stabile è stato rinvenuto tramortito, probabilmente per le esalazioni del fumo, l’82enne Angelo Sepe che è deceduto durante il tragitto in ospedale. Tratti in salvo la moglie 81enne della vittima e il figlio 54enne che abita al piano superiore, entrambi in buone condizioni di salute. La salma è stata già restituita ai familiari. Nessun danno alla struttura

Sulla tragica morte di Angelo Sepe, conosciuto come Giulio, è arrivato anche il cordoglio del sindaco di Marigliano Giuseppe Jossa, che ha così ricordato l’imprenditore. il cui nome è legato a “Caffè Vesuvio”, storica azienda della città: «La morte di Sepe è una grave perdita. Piangiamo un uomo straordinario che ha sempre creduto nelle potenzialità del suo territorio e che da qui è partito per costruire un’azienda ormai conosciuta perfino sui mercati internazionali. É stato un grande imprenditore, un grande padre e un grande nonno. Resta un esempio di dedizione alla sua terra e un modello per le future generazioni».

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles