11 C
Napoli

Senza soldi non si cantano Messe

Ecco come i carabinieri sono riusciti ad arrestarlo, si recava ogni mese a prelevare il reddito di cittadinanza

Published:

Si era reso irreperibile dal mese di luglio, dopo che il tribunale di Firenze lo aveva condannato a cinque anni di reclusione.

Era irreperibile da luglio, da quando il tribunale di Firenze gli aveva attribuito al 45enne napoletano Massimo Buon’aita una pena stabilita di 5 anni, 4 mesi e 27 giorni.

 Buon’aita si è reso irreperibile dal mese di luglio ed è stato poi dichiarato latitante.

Le indagini dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Napoli  hanno permesso di rintracciarlo dopo serrate indagini.

Hanno monitorato i social, il web e i suoi movimenti finanziari. E proprio sfogliando il suo estratto conto i militari hanno scoperto che fosse beneficiario del reddito di cittadinanza.

Così si è potuto stabilire che  “Qualcuno” prelevava sistematicamente l’intera somma accreditata, poco dopo il bonifico. Ogni volta in un ufficio postale differente, soprattutto in provincia di Napoli.

Analizzando i vecchi movimenti è emerso che gli uffici postali fossero ciclicamente sostituiti in un fascio di 5-6 istituti.

Dopo queste osservazioni nel giorno dell’accredito si sono appostati nei pressi di ognuno di questi. Buon’aita non ha deluso le aspettative e in sella ad una bici elettrica si è presentato all’ingresso delle poste di Via I Maggio, nel comune di Giugliano in Campania

Le manette sono scattate subito e per il 45enne si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale.

Le forze dell’ordine sono così riuscite ad assicurare alla giustizia questo latitante che proprio usufruendo del reddito è stato rintracciato e arrestato.

A quanto pare, il monitoraggio dei suoi movimenti, ha reso possibile render visibile il canarino che volava da un ufficio all’altro . La parsimoniosa attività investigativa dell’arma dei carabinieri ha permesso di sviluppare una strategia di cattura eccellente.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

Recent articles